Batterio killer
Al San Bortolo
altri due malati

L'ospedale San Bortolo di Vicenza. ARCHIVIO
L'ospedale San Bortolo di Vicenza. ARCHIVIO
19.11.2018

VICENZA. Due pensionati vicentini si sono rivolti ad un legale per promuovere una causa civile e per sporgere denuncia penale dopo aver scoperto di aver contratto il “chimaera”, il batterio che ha causato la morte di un medico del San Bortolo. Anche loro, come lui, erano stati operati per la sostituzione di una valvola aortica ed era stato usato un macchinario per la circolazione extracorporea del sangue che sarebbe stato infettato. Come noto, l’ipotesi è che l’ospedale non si sia mosso in tempo per sanificarlo o sostituirlo. Per questo ora chiedono giustizia: «L’infezione ci ha rovinato la vita».

CORRELATI