«Scuola, il referendum sarà il voto di maggio»

L.N. 25.11.2018

«Il referendum? Ci sarà a maggio. Alle prossime amministrative». Risponde così il sindaco di Arcugnano Paolo Pellizzari alla proposta della civica di opposizione “SiAmo Arcugnano” di lanciare una consultazione popolare sulla questione polo scolastico dell’infanzia, che sta dividendo il paese. «È evidente che ci sono posizioni ormai chiarissime – continua Pellizzari – noi vogliamo la scuola nuova, per la quale abbiamo ottenuto un finanziamento di oltre 4 milioni, e loro no. Alle elezioni di maggio 2019 i cittadini potranno scegliere». «Se ho una responsabilità - prosegue -, è quella di aver ottenuto un contributo così importante per realizzare il polo dell’infanzia. Siamo arrivati primi nella graduatoria regionale, manca solo la formalizzazione del Ministero. Per noi è un grande risultato». Ma la polemica non si placa. «Siamo noi i primi ad aver subito attacchi - rincara -. da assemblee pubbliche, bollettini parrocchiali, consigli pastorali, fino all’esposto delle opposizioni a cui risponderemo a breve con una denuncia. Non si possono subire accuse infondate senza rispondere». • © RIPRODUZIONE RISERVATA