«La “Pasini” è in utile Basta con i contributi»

L’intervento del consigliere di minoranza Gozzi con  striscione.  NICOLI
L’intervento del consigliere di minoranza Gozzi con striscione. NICOLI
L.N. 15.08.2018

La variazione al bilancio di previsione ha riacceso ancora una volta la discussione in consiglio comunale ad Arcugnano sulla materna paritaria Pasini. Variazione che taglia definitivamente i 58mila euro di contributo previsti al plesso scolastico destinandoli ad altro. Alla fine approvata a maggioranza, con il voto contrario delle opposizioni, dopo un botta e risposta piuttosto "caldo". «Visto che la Pasini, con un utile di 33mila euro, è in attivo e in grado di funzionare da sola andremo a finanziare altre priorità. Nella variazione ci sono tra gli altri l’atteso intervento alla Mistrorigo, l’avvio di un centro ricreativo anziani, i parchi da sistemare» ha detto il sindaco Paolo Pellizzari. «Con questa variazione decretate la fine della Pasini – ha risposto l’ex sindaco Paolo Gozzi, civica Siamo Arcugnano esponendo sui banchi delle opposizioni uno striscione – realizzate lavori in altre scuole a scapito della materna. E il nuovo polo scolastico 0-6 anni che state portando avanti accentrerà tutto a Torri dimenticando le frazioni e creando cittadini di serie A e di serie B. Chiudere la Pasini significa perdere posti di lavoro e togliere la scelta alle famiglie tra scuola laica e cattolica». «Mai avrei pensato che il gruppo politico di cui facevo parte sarebbe arrivato a questo – ha aggiunto l’ex assessore Flavia Zolla – questa scelta impopolare mette una scuola, Pasini, contro l’altra, Mistrorigo. I 40mila euro per il cortile di quest’ultima si sarebbero potuti trovare in altri capitoli, senza penalizzare un servizio». «Non capisco il perché di una scelta così non condivisibile – ha aggiunto Gabriella Sterchele di Idee in Comune – che lede una realtà con un’utilità sociale, che ha sempre funzionato e che fornisce da anni un servizio alla collettività». «Abbiamo maggiori entrate da perequazioni e andranno alla Mistrorigo – ha ribattuto il sindaco Paolo Pellizzari – siete voi che mettete in contrapposizione le scuole. Quando si decide una strada si va fino in fondo. Abbiamo letto da un documento distribuito in chiesa che la Pasini funziona e ha un utile e quindi le risorse comunali verranno utilizzate per altro. Alla Pasini i bambini sono scesi da 110 a 52, alla materna ci sono le liste d’attesa». • © RIPRODUZIONE RISERVATA