Emergenza frane «Problema arginato con la manutenzione»

Frana sulla strada militare
Frana sulla strada militare
L.N. 16.09.2018

«Abbiamo risposto alle domande di Gozzi più volte in Consiglio. Quando siamo entrati in carica abbiamo ereditato cinque frane dalla sua Amministrazione, su cui siamo intervenuti senza fare polemica. Senza contare quelle sulle strade provinciali». Il sindaco di Arcugnano Paolo Pellizzari risponde così alle critiche del suo predecessore Paolo Gozzi in tema di sicurezza del territorio e sui progetti di canalizzazione, finanziati e non realizzati, alla Fontega e a Perarolo per la regimazione delle acque. «Abbiamo preferito partire dalle piccole cose, dalla pulizia delle caditoie, mai realizzata, per poi passare ai progetti più impegnativi con Regione e Consorzio di bonifica - spiega Pellizzari - con l’esercitazione di protezione civile siamo intervenuti con cantieri dedicati alla difesa del suolo. I due progetti citati da Gozzi erano finanziati con mutuo e quindi a debito. Noi li abbiamo sostituiti con progetti cofinanziati da Regione e Acque Vicentine, con una spesa per il Comune ridotta a 35 mila euro, i lavori partiranno il prossimo anno». «Aggiungiamo i lavori di difesa idraulica a S. Agostino - aggiunge - e l’imminente avvio del cantiere a Fimon del Consorzio di Bonifica, che metterà in sicurezza tutto il paese con abbassamento del letto del Canale Ferrara e il rafforzamento degli argini, per 500 mila euro». «Durante la nostra amministrazione - conclude - non c’è stata alcuna frana, grazie all’attenzione dedicata al territorio. Risulta difficile prendere lezioni da Gozzi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA