Altavilla Biblioteca potenziata e spazi alla cooperativaAltavilla | Altavilla

Biblioteca potenziata e spazi alla cooperativa

La sala principale della biblioteca con alcuni lettori.   FOTO ARCHIVIO
La sala principale della biblioteca con alcuni lettori. FOTO ARCHIVIO
L.N. 24.08.2018

Lo scorso anno erano stati vicesindaco e assessori a far funzionare la biblioteca di Altavilla per evitare un periodo troppo lungo di chiusura nel mese di agosto. Stavolta però non è stato necessario, perché la questione personale è stata risolta e oltre al direttore responsabile della struttura dal 1° settembre il servizio sarà garantito anche da un assistente bibliotecario a tempo pieno. «E non al 50% come è avvenuto finora», precisa l’assessore alla cultura Carlo Dalla Pozza. «Dobbiamo ringraziare comunque i volontari – continua il vicesindaco – un numero in crescita. Un paio di giorni a settimana sono a disposizione, incaricati tra l’altro di sistemare lo spazio bimbi. Del resto la struttura ha una frequentazione molto alta e i prestiti sono in continuo aumento». Dopo aver stabilizzato l’area classici, il comune ha speso 10mila euro per l’acquisto di nuovi volumi ed ha programmato un ulteriore investimento di 10mila euro. A settembre tra l’altro partiranno i lavori, oltre 38mila euro di spesa, per creare i locali destinati alla cooperativa sociale “Easy” che si trasferirà in biblioteca dalla sede attuale di via Puccini. «Ma non ci saranno chiusure o stop ai servizi – spiega Dalla Pozza – soltanto un’ala sarà interessata dai lavori. Un paio di mesi di intervento e da inizio 2019 la cooperativa Easy potrebbe essere nella nuova sede. Un iter non semplice, considerato la tipologia dell’ente che si trasferisce e le autorizzazioni necessarie». La cooperativa si occupa di inclusione sociale e di riabilitazione di persone con disabilità acquisita: quest’anno ha festeggiato i 15 anni dalla sua costituzione avvenuta nel 2003, dal 2008 gestisce il centro diurno per traumi cranici e spinali in convenzione con l’Ulss 8 di Vicenza negli spazi concessi in comodato d’uso dal Comune a lato dello “Studio medico associato” che, dopo il trasloco della cooperativa, potrà allargare i propri spazi e accogliere nuovi specialisti. «La cooperativa Easy svolge già un servizio di volontariato in biblioteca un giorno a settimana – conclude Dalla Pozza – così l’attività potrà essere implementata coinvolgendo maggiormente le persone in riabilitazione con nuovi spazi più funzionali». • © RIPRODUZIONE RISERVATA