A ogni brutto voto
13enne veniva
pestato dal padre

Studenti entrano in classe
Studenti entrano in classe
D.N.14.02.2018

VICENZA. Ha chiesto aiuto al suo professore di matematica: «La prego, non mi dia 5, altrimenti a casa mio padre mi riempie di botte». Uno studente di 13 anni era da tempo vittima di maltrattamenti da parte del genitore, un operaio vicentino di 51 anni, con il quale viveva perché la mamma, ammalata, era in una struttura. Il padre alzava con frequenza le mani perchè lo studente andava molto male a scuola: ad ogni insufficienza arrivavano calci e pugni, tanto che il ragazzo andava in classe con i lividi. L’operaio è indagato dalla procura, mentre il minorenne è stato al momento affidato ad una casa famiglia. 
 

Condividi la notizia