Maghi e Dei Rubega Addio alle due vie «Troppi problemi»

Il municipio di Trissino.  ARCHIVIO
Il municipio di Trissino. ARCHIVIO
A.C. 26.11.2018

Il vecchio che torna. Stop a “Via Maghi” e “Via Dei Rubega”. Nell’agosto 2001 una delibera di giunta aveva rinominato alcuni tronchi di strada in via Pianacattiva di Mezzo e in via Pianacattiva Alta, attribuendo i toponimi di “Via Maghi” e “Via Dei Rubega”. In questi anni ci sono state ripetute istanze, avanzate al sindaco Davide Faccio dai cittadini residenti nella zona, per ottenere la cancellazione dei nuovi toponimi e il ripristino dei nomi originari. E questo per le difficoltà sorte per rintracciare le abitazioni, soprattutto da parte dei mezzi di soccorso. Determinante per la cancellazione dei nomi, però, è stato il fatto che a tutt’oggi non risultava che si fosse fatto uso dei toponimi di “Via Maghi” e di “Via Dei Rubega”. Infatti, dalla data di adozione delle delibere del 2001 nessuna revisione toponomastica, né della numerazione civica risulta essere stata apportata in anagrafe. Pertanto, il provvedimento non comporta alcuna spesa alla popolazione delle vie interessate, mentre il cambio dei toponimi a suo tempo deliberato avrebbe comporato disagi dovuti alla necessità di provvedere agli aggiornamenti della propria anagrafica presso le aziende, che gestiscono le utenze domestiche. Quindi, richiamandosi, addirittura, alle leggi del 1923, del 1927 la Giunta ha approvato la cacellazione dei toponimi “Via Maghi” e “Via Dei Rubega” e il ripristino dei vecchi toponimi rispettivamente di “Via Pianacattiva di Mezzo” e “Via Pianacattiva Alta” . Decisione, che ha soddisfatto i residenti, perché ha evitato trafile burocratiche e soldi di marche da bollo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA