Il sorriso di Evelin
spento a 27 anni
da un male incurabile

Evelin Chiarello, 27 anni, deceduta per un male incurabile.  CARIOLATO
Evelin Chiarello, 27 anni, deceduta per un male incurabile. CARIOLATO
Aristide Cariolato 04.01.2019

TRISSINO. Vinta, a soli 27 anni, da un male incurabile. Evelin Chiarello non ce l’ha fatta, nonostante la sua incredibile voglia di vivere e la sua tenacia nell’affrontare con tutte le sue forze quattro operazioni per cercare di liberarsi da quel terribile male che, dopo 10 anni, alla fine si è dimostrato più forte di lei. Selva di Trissino piange la giovane commessa deceduta mercoledì scorso all’ospedale di Valdagno a causa dell’aggressività di un tumore. La morte ha spento i suoi occhi pieni di luce e irradianti simpatia ed entusiasmo.

 

Aveva conseguito il diploma di assistente sociale e lavorava come commessa in un grande centro commerciale vicentino. È una testimonianza della straordinaria volontà e della tenace forza d’animo, con cui la ragazza ha sempre affrontato la malattia, durata dieci lunghi anni. È stata animatrice, perché amava i bambini: una professione che desiderava di poter realizzare quanto prima. Salute permettendo, non mancava di dare il suo supporto alla “Festa del gnocco”. Ma dopo quattro anni dal primo intervento, una ricaduta ha costretto Evelin a sottoporsi a una nuova delicata operazione a Vicenza. Due anni fa il terzo ricovero e il terzo intervento, seguito da un altro, l’ultimo nel luglio dello scorso anno. Poi la salute è andata declinando e di recente è stata ricoverata all’ospedale, dove i suoi occhi pieni di vita si sono chiusi per sempre. Lunedì 7 gennaio alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di Selva di Trissino l'ultimo saluto.