Sogno Cantagiro Lo vuole la Pro nel 50° della finale

Johnny Dorelli sul palco della finale del Cantagiro edizione 1968 tenutasi a Recoaro
Johnny Dorelli sul palco della finale del Cantagiro edizione 1968 tenutasi a Recoaro (BATCH)
04.01.2018

Luigi Cristina Riportare il Cantagiro a Recoaro Terme. È l’idea suggestiva della Pro loco in vista dell’estate 2018 quando saranno trascorsi esattamente 50 anni dalla finale disputatasi nella cornice delle terme nel 1968. Si sta valutando se organizzare una tappa della manifestazione o le finali con tanto di rievocazione storica. Il presidente Andrea Checchetto osserva: «Si potrebbero portare i cantanti in auto d’epoca lungo le strade del paese come si faceva un tempo coinvolgendo alcuni artisti presenti nel 1968, creare gigantografie dell’evento con gli scatti d’epoca che ritraggono la manifestazione, riproporre la mostra con le foto del Cantagiro che nell’estate del 2016 aveva riscosso molto successo. Siamo ancora in una fase di valutazione perché ovviamente ci sono dei costi e abbiamo bisogno di sponsor: chi si vuole fare avanti è il benvenuto perché le risorse della Pro loco sono limitate e un aiuto esterno sarebbe fondamentale». A seconda del budget che si avrà disposizione la Pro si regolerà per che tipo di evento organizzare. Si va dalla presentazione di un libro che parla delle finali del Cantagiro con degli artisti che interpreteranno cover di brani di successo a portare magari qualche stella dell’epoca in paese. Nel frattempo è in corso un dialogo con la “Terme di Recoaro spa” che metterà a disposizione il compendio per l’evento in programma ai primi di luglio. Il presidente del mandamento Confcommercio di Valdagno Enrico Soprana osserva: «Si tratta di un qualcosa di importante per tutte le attività presenti a Recoaro, una manifestazione che porterà benefici e una visibilità e quindi è sicuramente auspicabile possa realizzarsi al meglio. Da parte nostra ci sarà come di consueto la massima disponibilità per collaborare ad esempio realizzando vetrine a tema o comunque collaborando con la Pro loco». L’assessore al commercio e alle attività produttive Massimiliano Dal Lago puntualizza: «Certamente una cosa positiva per il paese, non posso che esserne contento. C’è da dire che al momento l’Amministrazione comunale non è stata contattata e coinvolta per quanto riguarda questo evento». Sui social, intanto, alla sola parola Cantagiro si è scatenato l’entusiasmo dei recoaresi, che non dimenticano quella manifestazione fondamentale per la musica leggera. • © RIPRODUZIONE RISERVATA