In biblioteca ci vanno gli adulti Un’indagine

03.01.2018

In possesso della maturità superiore, lavoratore dipendente e con un’età dai 41 ai 65 anni. L’identikit di chi frequenta la biblioteca di Recoaro, che si trova in via Roma sopra il centro culturale Neri Pozza, emerge da un’indagine svolta di recente tra gli utenti. Una biblioteca piccola ma confortevole e con servizi e personale giudicati all’altezza delle aspettative. La cosa più richiesta è il prestito dei libri con la predilezione per quelli di storia locale. Poco sfruttato invece il servizio di consultazione online del catalogo della biblioteca e dell’archivio storico. «I dati emersi dal questionario -evidenzia il sindaco Giovanni Ceola che ha la delega alla cultura- sottolineano due aspetti significativi: il primo che la biblioteca, con i suoi 7mila volumi, gli ambienti rinnovati e accoglienti, è unanimemente considerata il centro culturale del paese in grado di offrire servizi di qualità che rispondono alle aspettative dell’utenza; il secondo che, contrariamente a quanto si possa immaginare, i maggiori fruitori si collocano nella fascia adulta. Su questo si dovrà fare una riflessione in vista delle nuove iniziative da proporre». • L.CRI. © RIPRODUZIONE RISERVATA