Al Meeting del Cai il rilancio dei monti come luoghi di pace

L’incontro al teatro comunale
L’incontro al teatro comunale
02.09.2018

«Iniziative come queste realizzano solo grazie all'impegno, alla serietà e alla disponibilità dei volontari. I numeri delle adesioni, davvero molto alti, sono il risultato di anni di lavoro sul territorio dei soci delle Sezioni vicentine: saranno ben 150 ad accompagnare alla scoperta del paesaggio e e della natura delle Prealpi Vicentine, con le trasformazioni causate dalle vicende storiche dell'uomo. Qui si è vissuto il peggio della Grande Guerra, eppure ci troviamo oggi a ripercorrere queste montagne per stare insieme, per stare bene con noi stessi e con gli altri e per celebrare la pace». Così il presidente nazionale del Cai, Vincenzo Torti, ha inaugurato ieri in teatro a Recoaro la 20^ Settimana Nazionale dell'Escursionismo, l’11° Raduno nazionale di cicloescursionismo e il 2° Raduno nazionale Seniores, sulle Prealpi Vicentine fino al 9 settembre. Un'idea del presidente del CAI Montecchio Maggiore Gianni Beato nata nel 2014: «Con le altre sezioni vicentine abbiamo pensato di proporci nel 100° della fine della Grande Guerra. Abbiamo organizzato ogni giorno cinque escursioni, una per ogni gruppo montuoso della nostra provincia: Carega, Pasubio, Altopiano di Tonezza, Altopiano di Asiago e Monte Grappa». I Senior si raduneranno il 6 settembre sul Grappa, i cicloescursionisti dal 6 al 9 ad Asiago e ieri il summit a Recoaro. I soci vicentini accompagneranno i partecipanti nelle escursioni: già mille i prenotati. «Sono numeri alti - spiega beato - dietro ai quali c'è un cuore caldo, di amore per la montagna e di volontariato professionale». Sono intervenuti anche il presidente del CAI Veneto Francesco Carrer, il sindaco di Recoaro Davide Branco, la presidente del CAI locale Maria Teresa Bazzon e il componente della Commissione centrale escursionimo Armando Carpenter. Si è quindi tenutoil Meeting sulla Sentieristica, condotto dal vicepresidente Antonio Montani: si è fatto il punto sul progetto di rilancio del Sentiero Italia e della possibilità di visualizzare sentieri e mappe nell'ultima versione dell'App GeoResQ, i cui utenti sono oggi saliti a 46.000, aumentati esponenzialmente da quando il download è gratuito per i soci CAI. •