Piano tappa buchi Lavori a tappeto per mezzo milione

Il marciapiede disastrato di via Cornetto. MOLINARI
Il marciapiede disastrato di via Cornetto. MOLINARI
Veronica Molinari 05.08.2018

Un nuovo stanziamento per accelerare il “piano tappa buchi” messo a punto dal Comune di Valdagno. Dopo l’approvazione in consiglio comunale della variazione al bilancio di previsione è scattato il via libera all’aumento di 150 mila euro per il piano asfaltature. Questo permette all’amministrazione comunale di pianificare lavori per un importo complessivo di 490 mila euro contro i 340 mila iniziali, di cui 35 mila destinati all’ex parcheggio Marzotto. La tabella di marcia prevede interventi su strade e marciapiedi che verranno realizzati entro la fine del prossimo anno. Ad essere rimessi a nuovo saranno 14 tronconi stradali e cinque tratti di marciapiedi. A questi si aggiunge la nuova asfaltatura dell’ex parcheggio Marzotto che, non appena sarà conclusa la procedura di acquisizione da parte del Comune, sarà sottoposto a restyling completo. E si inizierà con i primi ritocchi per una spesa prevista di 35 mila euro. L’opera di riasfaltatura toccherà tutta la città, da nord a sud. Si partirà da contrada Brentani di sopra verso Quargnenta e verso Marcantoni, per continuare con il tratto compreso tra le contrade Zarantonelli e Battistini, contrada Tovo verso contrada Boscati, il tratto tra ponte Garzaro a località Garzaro fino all’imbocco di via Capi, per passare nella zona industriale di Piana nell’area dei magazzini comunali, in via Miravalle tra l’incrocio con via Carmini e fino al secondo tornante, in contrada Vegri e tra località Stella e contrada Sbricci, da contrada Molino di Campotamaso a via Chiesa di Campotamaso. In zona Novale toccherà a contrada Lure, via Giori tra via Bari e l’incrocio con via Ruetta, via Lora di sopra tra via Fontanella e contrada Menovre e a contrada Mecceneri. Infine, si asfalteranno il parcheggio sul retro del cimitero cittadino e il piazzale della Protezione civile in via Gasdotto. Ma i lavori toccheranno anche i marciapiedi di via Pascal, Giori, Cornetto, Bolivia e, in zona industriale, quello della rotatoria delle cinque lanterne. «Nel piano abbiamo cercato di tenere conto delle segnalazioni dei cittadini e del monitoraggio fatto dai tecnici comunali, che ha evidenziato le priorità - spiega l’assessore ai lavori pubblici, Federico Granello -. Abbiamo voluto rispondere in particolare alle periferie dove questo tipo di intervento è particolarmente richiesto». «Con questo piano - precisa ancora l’assessore - non solo sistemeremo l’esistente, ma in alcuni casi provvederemo a realizzare le opere che ora mancano. Infine proseguiremo nell’abbattimento delle barriere architettoniche, abbassando gli scivoli dei marciapiedi, o creandoli per permettere un facile accesso anche a carrozzine e passeggini». • © RIPRODUZIONE RISERVATA