Valdagno Nata la giunta etica «Pronti a dialogare con tutti i cittadini»Valdagno | Valdagno

Nata la giunta etica «Pronti a dialogare con tutti i cittadini»

Gastone FanniFabio SerafiniOrnella SperottoMartina Danese
Gastone FanniFabio SerafiniOrnella SperottoMartina Danese
Aristide Cariolato 23.06.2018

Il governo di Castelgomberto è pronto per mettersi al lavoro: il sindaco Davide Dorantani ha formato la giunta comunale, composta da quattro assessori, due donne e due uomini. Martina Danese, 33 anni, avvocato come il sindaco, si occuperà di lavori pubblici, patrimonio e bilancio. Ornella Sperotto, 56 anni, insegnante, ha le deleghe alla scuola, cultura, istruzione e biblioteca. Fabio Serafini, 53 anni, agente finanziario, seguirà lo sport, politiche giovanili, associazionismo e servizi socio-assistenziali. Infine, Gastone Fanni, 58 anni, imprenditore agricolo, sarà il nuovo assessore alle attività produttive ed al territorio. Davide Dorantani, 40 anni, avvocato, seguirà personalmente il personale, la sanità, l’edilizia privata, l’urbanistica, la viabilità e la sicurezza. «Come avevo ripetutamente detto durante la campagna elettorale – afferma il sindaco -, la scelta degli amministratori ha tenuto conto di tre elementi: innanzitutto, le competenze delle persone, chiamate a svolgere il ruolo di amministratori pubblici; quindi, la disponibilità di tempo sia per gestire i vari settori della cosa pubblica sia per essere presenti ad ascoltare e a risolvere le esigenze dei cittadini; infine, il grado di gradimento degli elettori, rappresentato dal numero delle preferenze ricevute. La presenza di due donne garantisce un’equa rappresentatività». «Voglio ricordare - prosegue il sindaco - che la nostra “Lista civica per Castelgomberto” si è dotata di un “Codice etico”, condiviso da tutti, a cui deve attenersi ogni rappresentante eletto, amministratori compresi, che costituisce una garanzia di trasparenza, di legalità e di rispetto dell’incarico istituzionale. Gli amministratori hanno un solo scopo, quello del perseguimento del bene comune, che si raggiunge prima di tutto ascoltando i cittadini e facendosi carico delle loro richieste e necessità». Nessuna decisione importante sarà quindi calata dall’alto: «I cittadini saranno coinvolti nelle scelte che riguardano il paese - conferma Dorantani -, in modo che amministrazione e popolazione tornino a collaborare in modo proficuo. Castelgomberto diventerà il centro di eventi e progetti in grado di dare un nuovo slancio alle attività produttive e commerciali e alle associazioni, cuore pulsante della vita del paese». Tra i programmi del sindaco c’è anche l’intento di rafforzati e consolidare i rapporti e le collaborazioni con i comuni limitrofi «in modo da avere la voce e il peso - è la convinzione del sindaco - necessari a promuovere i progetti di valorizzazione della vallata ed opporsi ai progetti di sfruttamento non convenienti alla nostra comunità. La gente - ha concluso Dorantani - ha riposto in noi una grande fiducia, non dobbiamo deluderla». • © RIPRODUZIONE RISERVATA