Il sindaco sale
in sedia a rotelle
contro le barriere

Il sindaco fra i marciapiedi dissestati in sedia a rotelle. FOTO CARIOLATO
Il sindaco fra i marciapiedi dissestati in sedia a rotelle. FOTO CARIOLATO
Aristide Cariolato13.06.2018

CASTELGOMBERTO. L'attenzione alle persone fragili era stata uno dei suoi cavalli di battaglia in campagna elettorale. Ieri mattina, nella sua prima vera giornata di lavoro, il nuovo sindaco di Castelgomberto, Davide Dorantani, è salito su una sedia a rotelle e si è fatto scorrazzare, non senza difficoltà, fra i numerosi punti neri nel centro del paese.

A partire dall'ufficio anagrafe, dove un utente in carrozzella non può entrare perché lo spazio fra le due porte a vetri è troppo stretto. Non va meglio alla sede della medicina di gruppo, ricavata al primo piano dell'ex scuola elementare, perché è impossibile uscire dall'ascensore. Chi vuole immettersi sull'attraversamento pedonale di via Roma rischia addirittura la pelle, a causa del cordolo in pietra al termine del percorso pedonale. E l'elenco potrebbe continuare. I cittadini l'hanno fatto completo e dettagliato al sindaco, che si è impegnato a trovare presto una soluzione «utile per le persone in difficoltà, ma che migliorerà la qualità della vita a tutti i cittadini».