C’è il primo incidente al nuovo rondò sulla provinciale 246

Primo incidente al rondò.   A.C.
Primo incidente al rondò. A.C.
A.C. 02.01.2019

Primo incidente all’incrocio, cosiddetto “di Mainetti”, costruito a pochi metri dalla nuova rotatoria, che ha sostituito l’intersezione di Brogliano, sulla strada provinciale 246. La prova è giunta l’altro pomeriggio, quando un’auto, condotta da una mamma con due bambini a bordo e un furgone guidato da un giovane, entrambi della valle dell’Agno, si sono scontrati. Il botto è stato violento, le carozzerie hanno subito grossi danni, mentre sono usciti illesi conducenti e passeggeri. Questo tratto di strada è sempre molto trafficato nei due sensi di marcia. Dopo la realizzazione del nuovo incrocio, per chi proviene dalla zona industriale nord di Castelgomberto e vuole immettersi sull’arteria provinciale in direzione di Trissino la manovra diventa un terno al lotto. Il problema di sicurezza è stato sollevato subito dagli automobilisti tanto che molti scelgono di dirigersi verso Valdagno e girare verso Trissino utilizzando il rondò. Il sindaco di Castelgomberto Davide Dorantani, è stato messo al corrente sulla pericolosità dell’incrocio “Mainetti” ed ha avvertito il consigliere provinciale Santo Montagna: i due amministratori sono d’accordo di trovare quanto prima una soluzione. Sulla stessa linea è l’assessore alla viabilità di Cornedo, Francesco Lanaro. Al momento si fanno solo delle ipotesi, come l’obbligo di voltare a destra per gli automobilisti, provenienti dalla zona industriale di Castelgomberto o ampliare la corsia di accumulo per chi svolta verso sinistra in direzione di Trissino. • © RIPRODUZIONE RISERVATA