Bontà e riconoscenza Premiate Ly e Beatrice

I premi alla bontà e alla riconoscenza sono stati assegnati a Ly Mama e Beatrice Montagna.   STUDIOELLE
I premi alla bontà e alla riconoscenza sono stati assegnati a Ly Mama e Beatrice Montagna. STUDIOELLE
A.C. 03.01.2019

Ly Mama, alunna della classe quarta della scuola elementare e Beatrice Montagna, studentessa della classe seconda della scuola media, sono le vincitrici, rispettivamente, dei “premi della bontà e della riconoscenza Cassa rurale e artigiana di Brendola”. La cerimonia della consegna dei premi è avvenuta nella sala parrocchiale Lux durante la manifestazione del 52° Natale alpino. La madrina della serata, Mirka Pegoraro ha letto le significative motivazioni della giuria comunale: “Ly si è distinta per la bontà e l’altruismo dimostrati in molteplici occasioni sia a scuola che in famiglia; sempre educata e rispettosa verso gli insegnanti e compagni, dotata di grande senso di responsabilità, collaborazione e generosità”, mentre “Beatrice è un’alunna gentilissima verso gli insegnanti e i compagni, esegue il lavoro scolastico con molto impegno e costanza, collabora con i compagni a scuola”. Il sindaco Davide Dorantani e il dirigente scolastico Eleonora Schiavo hanno affermato come la bontà e la riconoscenza siano due sentimenti importanti del tessuto sociale ed incoraggianti per il futuro. Il presidente Gianfranco Sasso ha ricordato che il bene comune rappresenta il primo valore della Cassa Rurale e artigiana di Brendola. Il parroco don Lucio Mozzo ha detto che le cerimonie, come quella della consegna dei premi della bontà e della riconoscenza, costituiscano i momenti più belli della comunità. Le penne nere hanno voluto ricordare Giuseppe Arcaro, alpino umile e disponibile, recentemente scomparso: in suo ricordo per i prossimi due anni saranno consegnati tre buoni spesa a famiglie bisognose del paese. • © RIPRODUZIONE RISERVATA