Reperti bellici Un museo “Per non dimenticare”

A.C. 26.08.2018

“Per non dimenticare” è il tema dell’esposizione storica della grande guerra 1915-18, ospitata nell’edificio dell’ex-medico condotto di via Castello a Brogliano. L’intento del museo, che raccoglie reperti bellici, donati da Luciano Carlotto in tanti anni di appassionata raccolta, e allestito dal gruppo degli alpini è quello di non dimenticare tutti i soldati, italiani, austriaci, tedeschi, francesi: un messaggio per tutti e principalmente per i giovani, perché ricordino i loro nonni e trisnonni e le tante gioventù spezzate. In occasione della festa dell’Assunta sono state tante le persone, giunte anche da fuori, che hanno voluto esprimere il loro proposito di “non dimenticare” i tanti caduti osservando tutti quei reperti utilizzati allora come strumenti di difesa del suolo patrio. Quelli esposti sono oggetti ritrovati nei campi di battaglia del Pasubio, dell’Ortigara e dell’Altopiano di Asiago, luoghi che hanno visto morire migliaia di giovani italiani e austroungarici: fucili, bombe, munizioni e armi. Oggi sono reliquie di chi ha sacrificato la vita per la patria. Il museo è aperto al pubblico la prima domenica del mese dalle 9 alle 12.30. • © RIPRODUZIONE RISERVATA