Arriva la palestra grazie al tesoretto di oltre 2,5 milioni

Il campetto da calcio sul quale sorgerà la nuova palestra.   VE.MO.
Il campetto da calcio sul quale sorgerà la nuova palestra. VE.MO.
Veronica Molinari 08.06.2018

Con il tesoretto accantonato al via opere e progettazioni. Dalla gestione dello scorso anno erano rimasti nel cassetto oltre 2 milioni e mezzo di euro. Ecco che, dopo l’approvazione del bilancio consultivo, l’Amministrazione decide di impegnare un milione 824 mila euro in opere pubbliche. «Abbiamo apportato modifiche anche alla voce spese correnti che verranno comunque coperte da maggiori entrate per 178 mila euro» spiega l’assessore al bilancio Liliana Magnani. Tutte variazioni al bilancio di previsione che sono state approvate nonostante l’astensione delle opposizioni. INVESTIMENTI L’utilizzo dell’avanzo di amministrazione permette al Comune di non ricorrere all’accensione di mutui per realizzare le opere in programma. Salta agli occhi il maggior investimento dedicato alla palestra polivalente che sorgerà in via Volta e che vede per il primo stralcio un impegno del Comune in crescita di 620 mila euro: si passerà da 990 mila euro a un milione 710 mila e per coprire la rimanenza ci sarà il contributo della Provincia, passato da 400 mila a 500 mila euro, rimanendo invece invariati quello regionale di 190 mila e la voce per il secondo stralcio, ovvero 300 mila euro suddivisi tra Comune e palazzo Nievo. «Il maggior impegno economico è dovuto alla decisione di abbandonare l’idea della tensostruttura per avere un edificio vero e proprio -ha puntualizzato Federico Granello, assessore ai lavori pubblici-. L’esigenza è emersa dal confronto con le società sportive e le scuole che lo utilizzeranno. Contando di finire con la burocrazia entro l’anno, speriamo di iniziare i lavori la prossima primavera». OPERE Ma il tesoretto servirà anche per finanziare la maggior spesa per ristrutturare l’impianto sportivo di Maglio di sopra, che passa da 130 mila a 160 mila, la manutenzione del ponte Prien (65 mila), il verde pubblico (30 mila), impianti fotovoltaici (19 mila), lavori a edifici comunali (50 mila), interventi al centro sociale Castello (70 mila), videosorveglianza (50 mila) e interventi alla caserma dei carabinieri (190 mila), infissi per la scuola di Castelvecchio (38 mila), lavori in pista ciclabile all’ex inceneritore (50 mila), messa in sicurezza di frane (150 mila), marciapiedi, arredo urbano e asfaltature (270 mila) e per coprire la quota comunale del progetto Gal del “Percorso energia e-bike tours” (42 mila). SPESE A maggiori spese corrispondono maggiori entrate che arrivano, ad esempio, dal fondo di solidarietà comunale e da trasferimenti statali e regionali. Lo stanziamento di 178 mila euro in aumento sarà destinato all’assistenza scolastica (17.900), al progetto di inserimento lavorativo di disoccupati (46.000), alla polizia locale (16.000), ad attività sportive, biblioteca, museo civico e strade (10.140), al servizio rifiuti (20.000), agli incarichi professionali e al personale (62.400). • © RIPRODUZIONE RISERVATA