La festa del Ringraziamento aiuta i bimbi delle materne

Il sindaco e alcuni partecipanti e organizzatori della festa.  CISCATOOltre 120 i trattori giunti da tutto l’Alto Vicentino.  STUDIOSTELLA-CISCATO
Il sindaco e alcuni partecipanti e organizzatori della festa. CISCATOOltre 120 i trattori giunti da tutto l’Alto Vicentino. STUDIOSTELLA-CISCATO
S.D.M. 26.11.2018

Un ritorno al passato, con le sue atmosfere e le sue tradizioni, quelle che riunivano le famiglie attorno al focolare e tramandavano i sani valori di un tempo. Una giornata vissuta tra le tradizioni contadine, avvicinandosi alla passione di chi coltiva la terra ma soprattutto alla grande fatica che richiede un lavoro così impegnativo. Una domenica tra i colori, i frutti, i sapori, i profumi dell'autunno, ieri a Zugliano con la messa in scena dell'8a edizione di “Gustando l'autunno”, evento che richiama la tradizionale “Festa del Ringraziamento” promossa dalla Pro loco in collaborazione con la Coldiretti, il gruppo alpini Zugliano-Grunolo e il sostegno del Comune. Una festa per dire “grazie” del raccolto ottenuto e che ha visto gli agricoltori donare i prodotti della terra per i bimbi delle materne. E sono stati numeri da record quelli raggiunti dalla kermesse, con 120 mezzi agricoli, da tutto l'Alto Vicentino, che si sono dati appuntamento alle 9 nel centro storico e quasi 2 mila persone invogliate non solo a riscoprire la bellezza del mondo agreste, ma anche a compiere i primi acquisti natalizi tra le 30 bancarelle del mercatino di prodotti tipici e artigianali. La giornata baciata dal sole ha regalato al presidente della Pro loco Mirko Bon una grande soddisfazione. «Non potevamo aspettarci di meglio – ha commentato – e anche il pranzo conviviale che offriva il tipico spiedo misto di carne ha avuto il tutto esaurito, con ben 120 posti occupati. È stato molto bello vedere l'interesse dei visitatori per i maestri artigiani che presentavano gli antichi mestieri, per la preparazione della tosella da parte dell'azienda agricola La Marescialla e per la novità di quest'anno, la dimostrazione “Far su el mascio”. Ma tutti gli intrattenimenti hanno avuto successo a partire dalla gincana con trattori a pedali per i bambini, all'esibizione di “Mia una cagnetta straordinaria” ai canti della tradizione popolare proposti con grande professionalità da “Le Canterine del Feo”. Questo ci fa comprendere che c'è sempre di più la voglia di scoprire le nostre tradizioni e quindi l'intenzione è di proporre qualcosa di nuovo ogni anno». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

CORRELATI