Anziana investita in bicicletta Gravissima, è in rianimazione

Il grave incidente è avvenuto lungo la trafficata arteria via del Costo che unisce Thiene a Zanè.  G.AR.
Il grave incidente è avvenuto lungo la trafficata arteria via del Costo che unisce Thiene a Zanè. G.AR.
Giulia Armeni 12.09.2018

Prima lo scontro tra l’auto e la bicicletta e poi la caduta sull'asfalto, ancor più rovinosa vista l'età della donna in sella alla due ruote, un'83enne che ora lotta per la vita all’ospedale “San Bortolo” di Vicenza. Sono disperate le condizioni di Giuseppina Dal Maso, anziana di Zanè che ieri mattina intorno alle 8.45 è stata investita da un'auto mentre pedalava lungo via del Costo, in direzione di Thiene. A colpire la bicicletta, in territorio comunale di Zanè, provocando l'incidente, è stato un 65enne anche lui di Zanè, D.T., che viaggiava alla guida di un Suv verso il thienese e dunque nella stessa direzione dell’83enne. Teatro dell’incidente è stata via del Costo, l'arteria che collega il territorio di Zanè alla città e che la donna era solita percorrere di frequente, soprattutto a quell'ora del mattino. Anche ieri, infatti, l'anziana signora, in sella alla sua bici, si trovava su quel tratto si strada pronta a raggiungere la città per alcune commissioni quando improvvisamente è stata urtata dal veicolo condotto dal 65enne: l'uomo, al volante di una Nissan Qashqai, si stava infatti dirigendo come la vittima verso Thiene. Nel contatto tra i due mezzi, sulle cui cause sta ancora cercando di fare chiarezza la polizia locale del consorzio Nordest Vicentino, la donna è stata disarcionata ed è finita a terra. Un impatto violento nel quale l'anziana ha riportato traumi gravi: a soccorrerla per primo è stato il conducente della Nissan, che è rimasto accanto alla donna fino all'arrivo dell'ambulanza del 118. Il quadro clinico è apparso immediatamente molto preoccupante e l'83enne è stata intubata sul posto dal personale sanitario prima di essere trasportata d'urgenza al San Bortolo di Vicenza, dove è stata ricoverata nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni sono gravissime. Per quale motivo l'automobilista e la ciclista si siano toccati provocando la caduta di quest'ultima resta uno degli aspetti su cui stanno cercando di fare luce in queste ore gli agenti della polizia locale Nevi, che hanno ascoltato il diretto interessato mentre non ci sarebbero testimonianze di altre persone che avrebbero assistito alla scena. Il guidatore, sconvolto per l'accaduto, avrebbe riferito di aver centrato la bici dopo una repentina svolta a sinistra dell'anziana, che non gli avrebbe dunque lasciato il tempo di frenare. Una dinamica che dovrà essere verificata mentre l'attenzione ora è tutta rivolta alla stanza del reparto di rianimazione dell'ospedale berico: le speranze per l'anziana, che vive da sola a Zanè, sono appese ad un filo. Ieri pomeriggio intanto i familiari dell'83enne hanno potuto recuperare al comando di polizia di Thiene i pochi oggetti rimasti sull'asfalto di via del Costo dopo lo schianto, ovvero il portafoglio e le chiavi di casa, il necessario che la donna si era portata dietro per effettuare le consuete compere del martedì mattina, prima di fare rientro nella sua abitazione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

CORRELATI