Pulizia dei marciapiedi «Multe per chi sgarra»

Aiuola in un marciapiede.  ARCHIVIO
Aiuola in un marciapiede. ARCHIVIO
G.AR. 05.09.2018

Una ripassata alle regole non fa mai male. E così anche quest'anno, al rientro dalle vacanze, il sindaco di Villaverla Ruggero Gonzo ha pensato bene di rinfrescare la memoria ai suoi concittadini ricordando, con un avviso scritto, gli obblighi per tutti in materia di pulizia dei marciapiedi in corrispondenza della propria abitazione o attività. Per contrastare ma soprattutto per prevenire lo scarso senso civico per la cosa pubblica, ha infatti pubblicato un memorandum in cui si rammenta “l'obbligo per i proprietari degli edifici di effettuare la manutenzione dei marciapiedi, di loro proprietà, compresi quelli prospicienti le strade, anche se destinati all'uso pubblico o utilizzati di fatto dal pubblico”. Idem per i tratti di sottoportici su cui affacciano locali di ogni genere, che devono essere “costantemente puliti”. E dato che la normativa vigente vieta l'uso di diserbanti chimici, il decoro del territorio va mantenuto, “si chiede cortesemente, effettuando il semplice gesto di estirpare la vegetazione infestante”. Per le violazioni al regolamento, sanzioni da 100 a 200 euro in caso di recidiva. • © RIPRODUZIONE RISERVATA