«Zia Mony, con il tuo sorriso ora conquisterai il paradiso»

Monica Scalzolaro.  STELLA-CISCATOIn tanti sono rimasti fuori dalla chiesa gremita per il funerale.  CISCATO
Monica Scalzolaro. STELLA-CISCATOIn tanti sono rimasti fuori dalla chiesa gremita per il funerale. CISCATO (BATCH)
12.01.2018

Lasciati da parte inchiesta, rabbia e i tanti perché, ieri è stato il momento dedicato al saluto, a quell'ultimo abbraccio a Monica Scalzolaro, la mamma di tre bambini, morta al San Bortolo di Vicenza per un problema cardiaco (come confermato dall’autopsia) a 45 anni. Oltre mille persone, tra le quali i compagni di scuola dei figli Isabella e Alberto, hanno gremito la chiesa di Sant'Andrea a Sarcedo. Gli altri sono rimasti fuori, per quanta gente c’era. Tutti portando nel cuore «le cose buone fatte da Monica e quelle belle vissute con lei – come ha detto il celebrante don Fidenzio Nalin – Affrontiamo il dolore della sua perdita precoce sapendo che anche Gesù ha pianto la morte del suo caro amico Lazzaro, ma nel contempo ci affidiamo alla fede in Dio che è la nostra salvezza». Monica è stata ricordata come una donna che sapeva affrontare la vita con serietà, amore e bontà, che amava fare foto, che aveva reso particolare ogni angolo di casa sua. «L'emblema del sorriso sei sempre stata tu zia Mony - ha detto una nipotina - Ora il tuo sorriso conquisterà il paradiso». «Sei stata una colonna portante per la tua famiglia», ha proseguito un amico che, rivolgendosi al marito Matteo, ha poi continuato: «Ora Monica ti affida il compito di accompagnare i vostri figli. Noi, insieme, abbiamo vissuto tante avventure e ti prometto che potrai contare su di me anche per affrontare questa prova». A salutarla anche le zie che l'hanno vista crescere e da bambina felice diventare prima una sposa emozionata e poi una tenera mamma. • S.D.M. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi la notizia