Uomini sulla panchina per dire no alla violenza

Anche il parroco, don Mariano  Cocco Lasta  sulla panchina rossa
Anche il parroco, don Mariano Cocco Lasta sulla panchina rossa
S.D.M. 02.11.2018

Due panchine rosse “per la vita”. L’amministrazione comunale di Sarcedo ha raccolto l’anno scorso la proposta lanciata dagli “Stati Generali delle Donne” di posizionare in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, che si celebra il 25 novembre, due panchine rosse, simboli verniciati del colore che, nel pensiero comune, richiama la campagna di sensibilizzazione contro i femminicidi e in favore delle pari opportunità. «Le due panchine verniciate di rosso – ricorda il sindaco Luca Cortese - rappresentano in maniera fortemente simbolica quel posto che una volta era occupato da una donna, e ora è vuoto perché quella donna è stata uccisa». «In favore di una cultura di parità - aggiunge Cortese -, abbiamo voluto posizionare la prima panchina davanti al Municipio (via Roma), simbolo della nostra vita amministrativa; mentre la seconda ha trovato posto in piazza Vellere (nella frazione di Madonnetta) di fronte al centro socio culturale, luogo dove la cultura viaggia a 360 gradi e dove ci si predispone alla crescita personale». Quest’anno l’Amministrazione di Sarcedo ha voluto fare un ulteriore passo avanti per ribadire il “no” a ogni forma di violenza sulle donne e continuare la sua campagna di sensibilizzazione. Così, in occasione del 25 novembre, verrà inaugurata una mostra interattiva in biblioteca con l’esposizione delle foto raccolte negli ultimi mesi e che ritraggono uomini seduti sulle panchine rosse del paese. Il sindaco per primo si è fatto fotografare nella panchina rossa davanti al municipio per lanciare l’iniziativa convinto che «anche i simboli possono cambiare il mondo». «Nel 2017 in Italia - ricorda Cortese - sono state effettuate da parte delle donne oltre diecimila denunce di violenza in famiglia, circa tremila di violenze sessuali, novemila denunce per stalking e il numero di vittime di femminicidio ha raggiunto quota 113, più di due donne uccise a settimana». «Per questo - è l’appello di Cortese - chiedo ai miei concittadini, a tutti gli uomini, di metterci la faccia nel pretendere rispetto per le donne, quel rispetto da dare ogni giorno, in casa, al lavoro, per strada». Le fotografie vanno inviate a info@comune.sarcedo.vi.it entro il 19 novembre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA