Paese delle passeggiate Il Comune punta al titolo

Sarcedo vuole diventare attrattiva grazie ai suoi percorsi.   ARCHIVIO
Sarcedo vuole diventare attrattiva grazie ai suoi percorsi. ARCHIVIO
Silvia Dal Maso 16.12.2018

«Come Breganze è conosciuta ovunque per il Torcolato e Sandrigo per il Baccalà, il nostro sogno è che Sarcedo sia apprezzata e frequentata per i suoi percorsi permanenti, e quindi per la possibilità che offre alle persone di camminare o correre in mezzo a una natura incontaminata. Il desiderio è che il nostro diventi la “terra dei podisti e dei runners”». Il sindaco di Sarcedo Luca Cortese e il vicesindaco Maria Teresa Campese lanciano un progetto che li ha tenuti impegnati per oltre un anno e mezzo: proporre un turismo che si fondi sulla valorizzazione dell'esistente, a partire dai tre percorsi permanenti di 8, 12 e 20 km voluti dal gruppo podistico “Il Sorriso” due anni fa e proseguendo per le attività commerciali, creando un indotto economico importante. «Il nostro progetto ha visto la collaborazione di più soggetti, dall'amministrazione comunale al gruppo podistico “il Sorriso” agli 11 esercenti che hanno accolto la richiesta di offrire a chi affronta i precorsi permanenti servizi a prezzi vantaggiosi, con un minimo del 10 per cento di sconto – commenta il vicesindaco -. Visto in quest'ottica possiamo davvero parlare a Sarcedo di una comunità che si unisce per offrire un turismo sostenibile, del benessere e diffuso». Tante le novità che verranno proposte dalla settimana prossima: «Chi acquista il biglietto che d'ora in poi si chiamerà “Sarcedo Card” – spiega il presidente del gruppo podistico Giorgio Meneghello - godrà di tutti i vantaggi e avrà anche la possibilità, aggiungendo 1 euro, di avere un deposito bagagli e poter usufruire dei bagni e delle docce del centro parrocchiale di via Roma. In settimana sarà posizionata nel piazzale del centro parrocchiale una casetta di legno gialla e blu (i colori del nostro gruppo), che distribuirà i biglietti 24 ore su 24 e tutto l'anno. Con la “Sarcedo Card” saranno consegnati il depliant che spiega tutti i vantaggi e la chiave per accedere ai ristori. Altra novità: dopo 10 biglietti acquistati, tenendoli e consegnandoli a noi si entra a far parte di una classifica e, se si sarà fortunati, si verrà premiati alla cena di fine anno quando omaggiamo i nostri soci». «L'anno prossimo – prosegue il sindaco Cortese - usufruiremo dei 100 mila euro che abbiamo ottenuto nei mesi scorsi dalla Regione grazie al progetto stilato insieme ai Comuni di Zugliano, Carrè e Chiuppano, proprio per la sistemazione dei percorsi che si snodano tra l'Astico e l'Igna, denaro che noi utilizzeremo solo ed esclusivamente per rendere i nostri tre itinerari permanenti sempre più belli e appetibili. Inoltre saranno messe in sicurezza alcune strade che intersecano i percorsi per l'incolumità dei podisti e dei runners. Stiamo anche lavorando su uno studio di fattibilità per un nuovo percorso, il quarto, che sarà “free” ossia aperto a tutti privo di qualsiasi barriera architettonica. Il canale ricettivo più importante sarà l'associazione Pedemontana.Vi e proprio all'ufficio di Thiene si potrà trovare una “Cartoguida” che illustra la proposta. Poi usufruiremo anche di tutti i social». • © RIPRODUZIONE RISERVATA