In funzione dalle 7 alle 21 Ci sono alcune eccezioni

S.D.M. 14.07.2018

La nuova regolamentazione del suono delle campane, che ne salvaguardi le caratteristiche tipicamente religiose, nel rispetto delle esigenze della popolazione, è entrata in vigore l’1 aprile 2018 su disposizione del vescovo Beniamino Pizziol. Nella Diocesi il suono delle campane è consentito solo per indicare le celebrazioni liturgiche e le manifestazioni di preghiera; per scandire i momenti più importanti della vita della comunità cristiana; per ricordare al mattino, a mezzogiorno e alla sera il mistero dell’Incarnazione attraverso il richiamo dell’Angelus. Il suono delle campane è consentito dalle 7 alle 21, ad eccezione della Veglia pasquale, della Notte di Natale e dei casi di calamità. I rintocchi dovranno essere limitati alle ore, al più alle mezze ore, e la durata non deve superare i tre minuti. In base all’intensità del suono, se ne regoli la durata, facendo attenzione al contesto ambientale in cui l’edificio di culto è inserito. © RIPRODUZIONE RISERVATA