Pugni al barista
Rischia linciaggio
18enne arrestato

Nel riquadro una delle foto pubblicate su Fb dal consigliere comunale Cristian Azzolin
Nel riquadro una delle foto pubblicate su Fb dal consigliere comunale Cristian Azzolin
15.09.2018

THIENE. Il gestore di un locale all'ospedale e un 18enne arrestato dopo aver rischiato il linciaggio. È finita nel caos la ventesima edizione della "Festa del Buon Rientro", tradizionale appuntamento che anche ieri sera ha richiamato in centro storico migliaia di persone. Tutta colpa di due ragazzi, appena maggiorenni, che evidentemente avevano alzato un po' troppo il gomito. 

 

Era da poco passata la mezzanotte quando i due, che secondo le testimonianze erano già vistosamente ubriachi, sono entrati nel bar "Sport" di piazza Martiri della Libertà, mettendosi a ballare in un'area non accessibile al pubblico. Invitati ad uscire i due giovani si sono prima allontanati, per poi rientrare con fare provocatorio. A quel punto sono stati accompagnati fuori, dove uno dei due ha sferrato due violenti pugni al volto al gestore del locale, facendolo cadere e battere la testa sul selciato. Quindi si sono dati alla fuga di corsa, inseguiti da clienti e amici che avevano assistito alla scena.

 

Immediata è scattata anche l'allerta alla polizia locale da parte di due volontari dell'associazione Kronos. I due giovani sono stati intercettati dagli agenti in via Chilesotti e letteralmente sottratti dalla folla. Uno di loro, poi identificato in G.P., 19enne di Breganze, una volta al comando ha dichiarato alla polizia locale di avere temuto di essere linciato. Nel frattempo il ferito è stato trasportato all'ospedale di Santorso, dove gli è stata riscontrata la frattura dell'orbita oculare e la frattura scomposta del naso, lesioni giudicate guaribili in oltre 40 giorni. Per questo motivo il giovane che aveva sferrato i pugni, Otavio De Oliveira, 18enne di origini brasiliane residente a Breganze e già noto per fatti analoghi, è stato arrestato con l'accusa di lesioni aggravate. Il giovane è trattenuto in camera di sicurezza della polizia locale in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto e di rito direttissimo.

 

L'altro ragazzo, invece, è stato accompagnato a casa da una pattuglia, visto che gli amici dell'uomo ferito stazionavano nei pressi del comando con fare minaccioso. A suo carico, in attesa di eventuali querele, solo un verbale per ubriachezza in luogo pubblico. 

CORRELATI