Pane nel fosso
Recuperati
duecento chili

Il pane gettato nella roggia
Il pane gettato nella roggia
15.06.2018

MONTECCHIO PRECALCINO. Centinaia di panini, filoni e pagnotte gettati in una roggia nella campagna montecchiese, apparentemente senza motivo.

È rimasto basito il sindaco, Fabrizio Parisotto, quando ieri mattina, dopo essere stato allertato da alcuni residenti, si è recato in via Braglio nella frazione di Levà: al suo arrivo nell’acqua non nuotavano pesci, bensì mantovane, baguette e altre forme di pane.

«Ne sono state buttate nella roggia per circa 200 chili. Ora scatterà una denuncia per inquinamento ambientale, provocato sopratutto dai sacchetti di nylon gettati nel corso d’acqua», dichiara il primo cittadino. «Un atto vergognoso, se consideriamo tutte le persone che muoiono di fame nel mondo». Indaga la polizia locale del consorzio Nevi.


CORRELATI