La Rievocazione affidata per 5 anni Ma ora cerca casa

Alcuni dei figuranti impegnati nella rappresentazione thieneseLa presentazione dell’ultima Rievocazione del Mercato di Thiene
Alcuni dei figuranti impegnati nella rappresentazione thieneseLa presentazione dell’ultima Rievocazione del Mercato di Thiene
Alessandra Dall'Igna 08.01.2019

Sono partiti nel 1997 con un piccolo laboratorio casalingo e una grande idea: rendere omaggio alla storia mercantile della città che affonda le radici nell'Anno Domini 1492. A distanza di 20 anni gli Amici di Thiene sono riusciti non solo ad espandersi - arrivando a possedere 1.200 costumi d'epoca e a coinvolgere oltre 300 volontari - ma anche a rendere la Rievocazione Storica una manifestazione capace di far risuonare il nome di Thiene in Europa. Un obiettivo centrato grazie alla passione e all'impegno con cui gli Amici di Thiene hanno sempre lavorato in questi anni, e che ora sono pronti a riversare nel prossimo quinquennio. Il Comune ha infatti affidato all'associazione capitanata dall'instancabile Bepi Restiglian il compito di organizzare, per i prossimi 5 anni, la Rievocazione storica. Sono infatti gli Amici di Thiene ad aver vinto il bando pubblico promosso dal Comune nei mesi scorsi in seguito alla decadenza del "Comitato Rievocazione Storica Thiene 1492". In realtà avevano presentato domanda tre associazioni, ma al momento della formalizzazione della richiesta due si sono tirate indietro, lasciando campo libero agli Amici di Thiene. «Abbiamo sempre lavorato al fianco del Comune per il bene della città - spiega Bepi Restiglian, 74 anni - fin da quel 6 settembre del 1997, quando, con l'allora Amministrazione Maino, abbiamo dato il via a questa incredibile avventura. Io, Mirella Fontana e mia moglie Mirella Meneghello siamo riusciti in un mese a preparare un centinaio di costumi e con quelli abbiamo organizzato la prima sfilata. Da lì in poi siamo cresciuti ogni anno, traslocando in sedi sempre più grandi e arrivando a farci conoscere non solo in Italia ma anche nelle più grandi manifestazioni storiche d'Europa». Questi vent'anni non sono stati tutti rose e fiori: nel 2010 e nel 2011 gli Amici di Thiene sono stati estromessi dall'organizzazione della Rievocazione Storica a causa di incomprensioni con l'allora Amministrazione Busetti sulla gestione dei bilanci dell'evento. Uno strappo che è stato poi ricucito a maggio 2012 con l'insediamento del sindaco Gianni Casarotto che ha voluto restituire la manifestazione al gruppo di Restiglian. «Per noi il più grande vanto è vedere che la Rievocazione Storica è ormai diventata l'espressione non solo della città di Thiene ma di tutto il territorio - continua Restiglian - tanto che molti dei nostri figuranti provengono dai Comuni vicini. Il Mercato e la Sfilata sono considerati tra i più belli sia in Italia che in Europa, ed il merito va alla ricchezza e alla quantità dei costumi, un vero e proprio patrimonio artistico». Ora la nuova sfida che gli Amici di Thiene sono chiamati ad affrontare è la ricerca di una nuova sede: attualmente infatti i costumi e il materiale della Rievocazione sono ospitati all'interno degli ex Comboniani. Sull'edificio tuttavia pende un progetto di riqualificazione pubblico-privato che ne prevede il parziale abbattimento. Da qui la necessità di reperire al più presto un nuovo spazio di circa 700 metri quadri da destinare all'associazione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA