Una marcia per tremila fra malghe e panorami

L’area di partenza e arrivo della marcia. FOTOSERVIZIO ANGONESE Afflusso per le iscrizioni
L’area di partenza e arrivo della marcia. FOTOSERVIZIO ANGONESE Afflusso per le iscrizioni
R.A. 07.08.2018

Un mix di percorsi, adatti un po’ a tutte le esigenze, la giornata quasi estiva e il successo per la Marcia delle Contrade 2018 è cosa fatta. In circa tremila hanno risposto all’invito della Pro Loco Caltrano e dei gruppi di volontariato scesi in campo a sopporto dell’impegno organizzativo richiesto apprezzando sia i vari tracciati immersi nel vede dei boschi e dei prati quanto le contrade attraversate soprattutto da chi ha scelto i percorsi più lunghi. Il tratto iniziale di salita verso le falde del monte Paù ha consentito di mettere a regime l’apparato cardio-circolatorio poi, seguendo gli antichi sentieri di collegamento fra un borgo e l’altro, l’incedere si è fatto più vario alternando falsipiani, salite e discese in grado di offrire ai più veloci l’opportunità di un buon allenamento. Per chi ha scelto di godersi la giornata camminando gli antichi insediamenti hanno offerto scorci da immortalare a colpi di click e qualche tappa golosa. Grande l’impegno dei volontari ma la macchia ormai rodata della Pro Loco aveva affinato i suoi ingranaggi da giorni. La variante adottata sul tracciato dei 18 chilometri ha consentito di far apprezzare una zona poco nota, sopra la salita del Costo, ma ricca di spunti panoramici e punteggiata da antichi “casoni” alcuni oggetto di restauro conservativo. «Abbiamo lavorato parecchio – commenta Mirco Dal Santo presidente della Pro Loco – ma ne è valsa la pena perché i numeri e gli apprezzamenti ci hanno ripagato. La Fiasp si è complimentata per il tracciato e la pulizia dei sentieri». • © RIPRODUZIONE RISEA