Storia e geologia negli incontri delle “Città visibili”

Giovanni Tessari
Giovanni Tessari
R.A. 03.09.2018

Archiviato il periodo delle vacanze il circolo culturale “Le città visibili” si ripresenta alla cittadinanza con due iniziative molto importanti che, fra l’altro, trattano argomenti relativamente conosciuti perciò di sicuro richiamo per chi s’interessa di storia, di geografia e geologia. A partire dal 2007, anno di costituzione, Le città visibili hanno organizzato oltre centocinquanta incontri pubblici sui tempi più svariati che vanno dalla cultura alle informazioni di carattere sociale, dalla musica agli spettacoli alcuni dei quali del tutto inediti perché autoprodotti. I due previsti a settembre riguardano sinora temi mai trattati. Il primo, presentato in collaborazione con Gli Amici della Resistenza, si riferisce agli esiti di una ricerca condotta da Giannico Tessari sulla presenza degli ebrei a Caltrano durante il secondo conflitto mondiale. Con lui ha collaborato Paolo Tagini autore del libro “Le poche cose” sempre relativo alle vicende vissute dagli ebrei italiani. L’appuntamento è per il 20 settembre, ore 20,30, sala riunioni del municipio. Il 29 successivo, ore 17,30 osteria “da Mariana a Camisino”, verrà presentato un confronto in apparenza strano. Cioè un ”gemellagio protostorico” fra il monte Summano ed il francese Puy de Dome. A svelare l’affinità fra i due rilievi la ricerca condotta da Gloria Maddalena e Marilù Menato autrici del libro “valdariete – i Celti nell’ Alto-Vicentino”. • © RIPRODUZIONE RISEA