Investì e uccise ciclista Ha patteggiato 10 mesi

La bicicletta di Silvano Lappo centrata dalla Passat di Borgato
La bicicletta di Silvano Lappo centrata dalla Passat di Borgato
M.B. 01.12.2018

Nell’agosto dello scorso anno, mentre era al volante della sua Passat, Samuele Borgato, 36 anni, di Campodoro, aveva investito e ucciso Silvano Lappo, 79 anni, che stava pedalando in sella alla sua bici nella zona artigianale di Carrè tra via Brenta e via Igna. A processo per omicidio stradale, l’altro giorno, davanti al giudice per l’udienza preliminare, Roberto Venditti, Borgato, difeso dall’avvocato Angela Silvestrini, ha patteggiato 10 mesi di reclusione (con la sospensione condizionale della pena). Il gup ha inoltre ordinato la revoca della patente nei confronti del 36enne. Il ciclista, residente a Malo, che faceva parte del club “Cicloturista” comitato provinciale Udace, quando è stato investito e ucciso era impegnato in uno dei suoi soliti giri in bicicletta. Ma Lappo, che viveva con la moglie Carla e i figli Renzo e Ketty, e per 40 anni era stato un imprenditore di successo; era molto conosciuto soprattutto per il suo grande amore per il calcio tanto da aver ricoperto per molti mandati il ruolo di presidente della società Calcio Malo ottenendo poi il titolo di presidente onorario. Nell'urto, avvenuto poco dopo le otto di mattina dell’11 agosto di un anno fa, il parabrezza della Passat andò completamente in frantumi, mentre il conducente dell’auto se la cavò senza subire alcuna ferita. Subito dopo lo schianto venne dato l'allarme al Suem 118, ma quando l'ambulanza arrivò in zona artigianale, direttamente dall'ospedale Alto Vicentino di Santorso, il personale sanitario non poté far altro che constatare il decesso del 79enne ciclista. Fortemente scosso dall'incidente che aveva provocato, Samuele Borgato che in un primo momento non riuscì neppure a raccontare agli agenti intervenuti per rilevare l’incidente cosa fosse successo. Lo shock fu talmente violento che il 36enne aveva rimosso i momenti precedenti e successivi al tragico incidente. • © RIPRODUZIONE RISERVATA