Scapin e l’arte di fingere Idee per brevi racconti

Virgilio Scapin sorride davanti alla sua libreria. ARCHIVIO
Virgilio Scapin sorride davanti alla sua libreria. ARCHIVIO
S.D.M. 22.01.2019

L’XI edizione del Premio letterario “Virgilio Scapin”, concorso per narrativa breve, voluto dall’assessorato alla cultura del Comune di Breganze, prende spunto da una caratteristica inusuale del cantore veneto, la sua capacità di interpretare in vita molti ruoli: aspirante sacerdote, oste, libraio, scrittore, attore cinematografico. Scapin è stato un geniale interprete di se stesso, un funambolo della delicata arte di fingere. La mistificazione costituiva per lui una strategia di attesa e di difesa; ma era anche un gioco, una prospettiva sulla realtà, un modo di spiare di soppiatto il gran teatro della vita e il suo infinito corteo di attori. Prendendo spunto dalla figura di Scapin e dai suoi numerosi e spesso contrastanti travestimenti nasce il tema di quest’anno del concorso “Nei territori della dissimulazione”. I partecipanti dovranno, dunque, scrivere un testo narrativo che verta sugli attriti tra essere e apparire, tra volto e maschera, ma anche sulle alleanze e sulle complicità tra interprete e personaggio, incluse le conseguenze che produce la confusione tra verità e menzogna. Il concorso prevede anche una particolare sezione riservata agli alunni dell’Istituto comprensivo. In questo caso il tema proposto è “Ma che tipo!”: le classi quinte della scuola primaria dovranno consegnare un’elaborazione grafico-pittorica di classe; i ragazzi delle medie un racconto breve; gli studenti delle superiori un elaborato grafico-pittorico; gli adulti un racconto breve attinente al tema “Nei territori della dissimulazione”. Gli elaborati dovranno essere consegnati o inviati entro venerdì 29 marzo alla biblioteca oppure via mail a cultura@comune.breganze.vi.it. Gli elaborati saranno esaminati da un’apposita giuria, presieduta dal critico letterario Marco Cavalli e formata da esponenti del mondo letterario, artistico, culturale, scolastico, nonché da componenti del Comune e della commissione cultura di Breganze. La premiazione avverrà in occasione della manifestazione “Maggio Breganzese” nel parco di Villa Laverda sabato 25 maggio alle 17. • © RIPRODUZIONE RISERVATA