Nuovo laboratorio e un’officina per l’Ipsia Scotton

La sede storica dell’Ipsia Scotton di Breganze. ARCHIVIO
La sede storica dell’Ipsia Scotton di Breganze. ARCHIVIO
Silvia dal Maso 02.09.2018

L'IIS “Scotton” di Breganze, che ha sede nella piazza del Donatore, presto sarà dotato di una nuova officina, un laboratorio che servirà agli studenti per ampliare ulteriormente la loro offerta formativa. Lo conferma il sindaco Piera Campana che con la sua giunta ha recentemente deliberato l'approvazione del progetto definitivo dell'ampliamento dell'edificio. «La Provincia, che gestisce tutta l'attività didattica relativa all'indirizzo scolastico di meccanica, meccatronica ed energia ha espresso, su richiesta della scuola stessa, l'esigenza di disporre di ulteriori spazi da destinare all'indirizzo di studi “Manutenzione mezzi di trasporto” - spiega il primo cittadino -. Da qui la decisione della Provincia di investire 120 mila euro per l'ampliamento, mentre noi come Comune, essendo i proprietari dell'immobile, abbiamo partecipato con 20 mila euro per la realizzazione del progetto. Il cantiere, che si aprirà tra poco, avrà dunque il costo complessivo di 140 mila euro». Un impegno, quello quell'Amministrazione Campana, di porre attenzione fin dall'inizio del mandato ai servizi e alle strutture delle scuole che fossero del capoluogo, ma anche delle frazioni «a indicare che il futuro dei nostri bambini e ragazzi ci sta a cuore e nulla viene trascurato per assicurare a loro, agli insegnanti e al personale scolastico ambienti adeguati e accoglienti», commenta. E aggiunge: «In questi anni, come Comune, abbiamo fatto molti investimenti strutturali che finora superano i 350 mila euro. Solo alle medie abbiamo realizzato due rampe per disabili in modo da permettere l'accesso al piano interrato dove è stato ricavato un laboratorio e abbiamo investito 115 mila euro solo per l'integrale rifacimento del tetto e della pavimentazione della palestra. Durante le festività natalizie, quando la scuola sarà chiusa, sistemeremo gli spogliatoi e i bagni della palestra della scuola elementare del capoluogo investendo 45 mila euro: interverremo definitivamente sulle perdite d'acqua e metteremo a norma sia i bagni che le docce. Inoltre abbiamo speso 30 mila euro per le indagini antisismiche di tutti gli edifici scolastici e ora vedremo di accedere ai contributi regionali e statali per gli interventi necessari». Nel caso in cui l'Amministrazione Campana sarà riconfermata per il 2020 è già prevista una nuova opera pubblica: «Sarà nostra intenzione avviare il primo stralcio della costruzione della nuova palestra in località Maragnole, stabile che sarà prevalentemente a servizio dell'attività scolastica, ma anche delle associazioni e dell'intera comunità. Il progetto è già pronto, ora basta solo trovare il denaro necessario», conclude Campana. • © RIPRODUZIONE RISERVATA