In quattromila
brindano
sotto le stelle

Brindisi in piazza con “Calici di stelle”. FOTO DONOVAN CISCATO
Brindisi in piazza con “Calici di stelle”. FOTO DONOVAN CISCATO
Silvia Dal Maso 11.08.2018

BREGANZE. Quattromila calici di vino sono stati alzati ieri sera in onore della notte di San Lorenzo. Un successo per la terza edizione di “Calici di stelle” la manifestazione enogastronomica promossa dal Movimento Turismo del Vino e dall’Associazione Città del Vino e organizzato dalla Strada del Torcolato e dei vini Doc Breganze, il Consorzio Tutela Vini Doc Breganze e il Comune.

 

La kermesse andata in scena nel salotto all’aperto di piazza Mazzini ha dimostrato ancora una volta come il piacere di stare in compagnia tra un brindisi e tanto divertimento vince sempre, soprattutto se nell’organizzazione di questo c’è la complicità delle cantine della Doc Breganzese. Amanti del nettare di Bacco, ma anche semplicemente giovani e famiglie desiderose di trascorrere una serata di piena estate in allegria si sono riuniti in piazza per la mezza notte bianco e rossa dedicata al buon vino, alle degustazioni culinarie e all’intrattenimento.

 

Ben 4 mila persone, dalle 19 alle 24, hanno preso d’assalto gli stand disposti nel centro storico degustando le proposte di undici cantine, socie del Consorzio Vini Doc Breganze, che hanno portato una selezione delle loro etichette migliori, per far conoscere il Vespaiolo, i rossi bordolesi e il passito Torcolato. I partecipanti hanno potuto assaggiare le proposte di Cà Biasi, Beato Bartolomeo, Col Dovigo, Firmino Miotti, IoMazzucato, La Costa, Le Colline di Vitacchio Giampietro, Le Vigne di Roberto, Maculan, Transit Farm e Vitacchio Emilio. Ad arricchire le degustazioni vinicole c’erano interessanti proposte gastronomiche della tradizione breganzese che hanno sorpreso sia per sia per gli accostamenti che per la qualità preparate da ristoratori e associazioni locali (Accademia del Torresan, ristoranti Faresin e La Cusineta, Osteria Bell Tower e Non Solo Pane). I buongustai hanno deliziato il palato con il cartoccio di carne allo spiedo con polenta fritta, il carpaccio di manzo con rucola e grana, le fettuccine al Toresan, lo gnocco fritto con crudo di Parma e speck, i crostini con bacalà alla vicentina.

 

«Il buon vino, l’ottimo cibo e l’atmosfera magica creatasi in questa lunga notte ci permettono sempre di più di far apprezzare la nostra realtà territoriale e di centrare in pieno l’obiettivo che ci siamo prefissati: valorizzare le eccellenze del Consorzio all’interno del circuito del Movimento turismo del vino», ha dichiarato soddisfatta l’assessore alla promozione del territorio Francesca Poncato. 

CORRELATI