Barista picchiato da un ubriaco I vigili lo arrestano

L’area esterna del Bar Sport di piazza Martiri della Libertà dove è avvenuta l’aggressione al titolare.  CISCATOIl soccorso sanitario nei confronti del ferito dopo l’aggressione
L’area esterna del Bar Sport di piazza Martiri della Libertà dove è avvenuta l’aggressione al titolare. CISCATOIl soccorso sanitario nei confronti del ferito dopo l’aggressione
Silvia Dal Maso 16.09.2018

Aggredito con due violenti pugni al volto, durante la “Festa del buon rientro”. Vittima dell’aggressione, con successivo ricovero, è stato Marco Santin, 24 anni, di Montecchio Precalcino, gestore del “Bar Sport” in piazza Martiri della Libertà a Thiene. È finito in ospedale con una frattura dell’orbita oculare e una frattura scomposta del naso. Il suo aggressore è fuggito subito dopo il gesto, ma è stato rintracciato e arrestato dalla polizia locale che l’ha salvato da un possibile linciaggio da parte di alcuni avventori che lo avevano rincorso. Nei guai è finito il 18enne Ottavio De Oliveira, di origini brasiliane, residente a Breganze. Era appena passata la mezzanotte di sabato quando due giovani, appena maggiorenni, visibilmente in avanzato stato di ebbrezza stando ai riscontri della polizia locale, hanno fatto incursione sul retro del bancone esterno del bar dove i due titolari e i dipendenti stavano lavorando. «I due - racconta un testimone - hanno iniziato a ballare e offendere, forse in cerca di una reazione da parte dei gestori i quali con calma li hanno invitati ad allontanarsi. Inizialmente i giovani hanno raggiunto la vicina band che si stava esibendo, poi però sono ritornati all’attacco e con fare provocatorio si sono riposizionati dietro al bancone del bar. A quel punto i titolari li hanno nuovamente allontanati». All’improvviso uno dei ragazzi ha sferrato due violenti pugni al volto di Santin, facendolo cadere battendo la testa sul selciato. I due giovani, come ricostruito dalla polizia locale, sono scappati a piedi e sono stati rincorsi da alcuni clienti che poi li hanno fermati in via Chilesotti. Ad allertare i vigili sono stati due volontari dell’associazione Kronos. Gli agenti, giunti con due pattuglie, hanno preso in custodia i due giovani. L’aggressore, identificato in Ottavio De Olivera, 18 anni di Breganze di origini brasiliane (già conosciuto alle forze dell’ordine per fatti analoghi) è stato tratto in arresto per lesioni aggravate e tenuto nella notte tra venerdì e sabato in camera di sicurezza della polizia locale. Arresto convalidato e, con rito direttissimo, è stato emesso un provvedimento di obbligo di firma fino al processo rinviato a fine mese. L’amico di 19 anni, anche lui di Breganze, che una volta preso in custodia dagli agenti ha dichiarato di aver temuto di essere linciato, per precauzione è stato accompagnato a casa da una pattuglia e a suo carico, in attesa di eventuali querele, è stato compilato un verbale per ubriachezza in luogo pubblico. Nel frattempo Santin è stato soccorso dagli operatori del Suem 118 e trasportato all’ospedale di Santorso dove gli è stata riscontrata la frattura dell’orbita oculare e la frattura scomposta del naso, lesioni giudicate guaribili in oltre 40 giorni. • © RIPRODUZIONE RISERVATA