Sconosciuto al fisco
Compra casa e auto
Un 46enne nei guai

L'intervento della guardia di finanza di Schio
L'intervento della guardia di finanza di Schio
26.09.2018

SCHIO. I finanzieri della Tenenza di Schio, nell’ambito dell’operazione denominata "Nero di china", hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo della disponibilità finanziaria di un imprenditore cinese per complessivi 52 mila euro. All’uomo, 46 anni residente nell’Alto vicentino, sono stati messi i sigilli nel suo conto corrente per 41.000 euro ed al valore di 11.000 di un’auto.

Il provvedimento è stato disposto dalla magistratura berica a conclusione delle indagini avviate a fine 2017 dalla guardia di finanza che ha accertato una discrasia tra i redditi dichiarati e la manifestata capacità contributiva del cinese. L’imprenditore, infatti, pur non avendo mai presentato alcuna dichiarazione dei redditi in Italia, aveva acquistato per 150.000 una villetta nel comune di Schio. I finanzieri hanno così scoperto che l’uomo, fiscalmente residente nel vicentino dall’anno 2016, aveva omesso di dichiarare all’erario un imponibile per oltre 250.000 euro costituiti da dividendi distribuiti da una società di capitali asiatica della quale lo stesso risulta detentore di quote societarie.