Un dono per il pranzo di Natale in Burundi

Aiuti orsiani in Burundi
Aiuti orsiani in Burundi
S.P. 13.12.2018

Inizia a Santorso la raccolta fondi per donare il pranzo di Natale ai poveri di Bujumbura. Il Burundi, paese al secondo posto nella scala mondiale della povertà, è il luogo nel quale il missionario saveriano, originario di Santorso, padre Luigi Vitella, ha dedicato la sua vita e in cui porta avanti la sua missione di pace e fede per dare una speranza e un futuro agli oltre tremila orfani che segue con i suoi collaboratori, tra le colline che circondano Bujumbura, la capitale del Burundi che si affaccia nel lago Tanganika, il secondo specchio d’acqua dolce più grande del continente africano. Anche quest'anno padre Luigino, insieme all'associazione Il Burundi Chiama e con il sostegno della cooperativa Nuovi Orizzonti, organizzerà il pranzo di Natale per mille poveri di Bujumbura grazie all'iniziativa solidale "Date voi stessi da mangiare" giunta alla sua quarta edizione. « Il pranzo ecumenico a favore della popolazione più povera- spiega Denis Inderle, presidente della cooperativa Nuovi Orizzonti di Santorso- Ha l'intento non solo di offrire un pranzo il giorno di Natale, ma anche far ritrovare persone di diverse religioni, etnie che purtroppo con difficoltà hanno a malapena cibo per mangiare una volta al giorno e talvolta ogni due giorni per vivere così un'esperienza di pace e condivisione». Inderle prosegue: «Il Burundi, un piccolo stato al centro dell’Africa, martoriato nel corso degli anni da diverse guerre civili, purtroppo vive anche oggi una situazione di grave disagio e instabilità politica ed economica, che lo porta nella classifica tra i paesi più poveri del mondo e, come è possibile immaginare, a condizioni di estrema povertà per gran parte dei suoi oltre 10 milioni di abitanti. Proprio in questo paese abbiamo trovato la gioia di condividere una esperienza straordinaria che si ripeterà il prossimo Natale per il quarto anno, con mille poveri e più di 150 volontari, collaboratori di Padre Luigi Vitella. E' difficile e esprimere la straordinarietà di questa iniziativa: trovarsi il mattino il giorno di Natale e accogliere persone poveri, claudicanti, storpi, e disabili che si sono messi in marcia diverse ore prima, percorrendo oltre 20/30 km per partecipare ad un pranzo di pace è una situazione commovente e straordinaria che permette di sperare con forza la pace». Chi desidera sostenere il progetto può rivolgersi all'associazione Il Burundi Chiama-Onlus con sede in via Salzena a Santorso: 348 5637785 – 0445 540104. Donazioni a Cassa Rurale di Rovereto Eur iban IT84 H082 1088 3800 1600 0007 218.Conto corrente postale intestato all’Associazione “Il Burundi Chiama” IT-63-T-07601-11800-000087716676– Codice Fiscale 92020020241. • © RIPRODUZIONE RISERVATA