Schianto alla rotatoria Ferita una donna incinta

L’incidente di ieri alla rotonda di  via S. Eurosia
L’incidente di ieri alla rotonda di via S. Eurosia
K.Z. 10.01.2019

Mancata precedenza in rotonda, due feriti e traffico in tilt. E considerato che l’auto centrata ed uscita semidistrutta dallo schianto era guidata da una donna all’ottavo mese di gravidanza, le conseguenze avrebbero potuto essere più gravi. Erano le 8.20 di ieri mattina quando, nella rotonda tra le vie Trento e Santa Eurosia a Piovene Rocchette, un incidente ha costretto all'intervento due pattuglie del consorzio di polizia locale “Alto Vicentino”, i vigili del fuoco del distaccamento di Schio ed un autoambulanza del Suem. La Nissan condotta da un ragazzo di 20 anni di Velo D'Astico (oggi il compleanno), che viaggiava da Cogollo in direzione Santorso stava percorrendo via Trento quando, per cause che sono al vaglio degli agenti della polizia consortile, immettendosi nella rotatoria, ha centrato la Fiat “Seicento” guidata da una cogollese di 39 anni che già stava marciando all’interno della rotonda. Dopo lo scontro, la Nissan è finita in via Santa Eurosia, mentre la Seicento, in pessime condizioni, si è messa di traverso, rallentando fortemente la circolazione in un orario molto trafficato e provocando comprensibilmente diversi disagi alla viabilità.. È stato necessario l'intervento di un'ambulanza arrivata a tutta velocità dall’ospedale di Santoroso per prestare soccorso alla conducente della Fiat Seicento mentre l'altro autista si è recato più tardi autonomamente al pronto soccorso per sottoporsi ai controlli del caso. Non solo: è stato provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza i veicoli in vista della completa pulizia della carreggiata. Un “normale” incidente, con uan dinamica stabilita e cause da accertare che, però, ha rischiato di compromettere una gravidanza che procede da otto mesi: la donna, incinta e che tra un mese dovrebbe dare alla luce una bambina, viene tenuta sotto osservazione all’ospedale dell’Alto Vicentino per verificare che l’impatto e lo choc non abbiano provocato traumi: la donna, infatti, è già stata sottoposta al trattamento di rito in queste situazioni e viene costantemente monitorata. • © RIPRODUZIONE RISERVATA