Omaggio del paese ai sei militari internati nei lager

Un lager nazista
Un lager nazista
G.M.F. 22.01.2019

La storia locale racconta che sei militari di Cogollo, dopo l’8 settembre 1943, furono internati nei lager. Dopo aver risposto di “no” alla collaborazione coi nazifascisti, pagarono in prima persona questa loro scelta, con una dura prigionia, il lavoro forzato, le violente angherie, patendo il freddo, la fame, le malattie, fino all’estremo delle loro forze. Il Comune, dopo più di 70 anni da questa personale tregenda, intende onorare questi internati militari cogollesi, meritevoli di essere ricordati per la loro eroica “resistenza” non armata, dedicando loro la “Giornata della memoria”, organizzata dall’assessorato alla cultura con due appuntamenti. Il primo, programmato per sabato al bocciodromo, con inizio alle 20.30, prevede il saluto delle autorità comunali e del presidente dell’associazione nazionale ex internati (Anei) di Vicenza, che precederà l’intervento dello storico Denis Vidal, autore del libro “Sulla giacca ci scrissero IMI”. A seguire, ci sarà la testimonianza dell’ex internato Pietro Piotto, medaglia d’oro città di Kassel. Verrà anche letta la pubblicazione dell’elenco Imi di Cogollo. A fungere da moderatore, Loris Savegnago, figlio di ex Imi e segretario della federazione vicentina dell’Anei. La serata sarà accompagnata da Alessandro Costa al pianoforte, e Paolo Calgaro alla tromba. Il secondo appuntamento è invece previsto per sabato 2 febbraio con il viaggio culturale a Padova, con visita al tempio nazionale dell’internato ignoto, al museo dell’internamento e al giardino dei giusti. La partenza del pullman è fissata da Piazza Libertà alle 13.30. • © RIPRODUZIONE RISERVATA