“Meccatronica” miniera d’oro per l’occupazione

Studenti del corso di Meccatronica che si tiene a Schio con tirocini pratici nelle aziende
Studenti del corso di Meccatronica che si tiene a Schio con tirocini pratici nelle aziende
Silvia Dal Ceredo 02.09.2018

Con un tasso di disoccupazione giovanile che a livello nazionale viaggia intorno al 32%, le percentuali dell'Its Academy Meccatronico Veneto rappresentano una garanzia lavorativa per i neodiplomati dell'Altovicentino. Si attesta al 99% infatti quella degli studenti che trovano un lavoro entro sei mesi dall'uscita dal percorso di studio dell'istituto tecnico superiore regionale, che a Schio propone il corso biennale post-diploma ad alta specializzazione denominato “Tecnico superiore per l’innovazione di processi e prodotti meccanici”, con sede all'interno dell'Itis De Pretto. Insomma una manna per le aziende locali che spesso sono a caccia di personale giovane, fresco ma soprattutto preparato. La caratteristica peculiare del corso, che sforna figure professionali vocate al mondo dell’Industry 4.0, è rappresentata dalla preponderante attività pratica che viene svolta direttamente a livello lavorativo. Nell'arco del biennio sono infatti ben 896 le ore di tirocinio, mentre quelle di lezione in classe mentre sono 1104, in un programma di alternanza scuola/lavoro. L'Its risulta al primo posto nel panorama nazionale per il numero dei corsisti occupati post diploma (quasi la totalità), oltre che per la qualità dei percorsi attivati. Il corso si inserisce nel sistema nazionale di istruzione terziaria professionalizzante (V livello europeo qualifiche Eqf, riconosciuto dal Miur) e prevede il raggiungimento di competenze trasversali (soft skills) quali lavoro in teamworking, problem solving, conoscenza lingua inglese, abilità tecnico-scientifiche pratiche. A guidare le lezioni c'è un corpo docecente proveniente per almeno il 50% dal mondo del lavoro. Fulcro della preparazione è però l'intenso percorso che unisce competenze nei settori di meccanica, meccatronica e informatica, con la possibilità di aderire al programma “Erasmus+”, sempre molto apprezzato dagli studenti che desiderano effettuare esperienze all'estero. «L'incontro tra richieste delle aziende e competenze – spiegano dall'Its – è alla base del programma formativo del corso e si raggiunge per chè i nostri corsi nascono solo a fronte di una reale esigenza del tessuto imprenditoriale locale e grazie alla collaborazione con le imprese del territorio». Nel distretto altovicentino sono circa una trentina le aziende che partecipano attivamente offrendosi per ospitare i tirocini. Una disponibilità che spesso rappresenta un buon modo per acquisire al bisogno persone dipendente su cui gli imprenditori saanno già di poter fare affidamento. L'istituto offre proposte formative anche nelle altri sedi venete di Vicenza, Treviso, Padova, Verona, Montebelluna-Castelfranco e Mestre. A Schio ci sono ancora alcuni posti disponibili. Le iscrizioni chiuderanno il 27 settembre. Al termine del corso viene rilasciato un diploma riconosciuto anche a livello europeo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA