Telecamere a sorpresa contro ladri e vandali

Un cartello che avvisa della presenza di telecamere. COGO
Un cartello che avvisa della presenza di telecamere. COGO (BATCH)
Bruno Cogo12.01.2018

«Sono state installate nuove telecamere ma non dico dove!» Il problema della sicurezza è tra i più sentiti a San Vito; per prevenire il fenomeno della microcriminalità il sindaco ha promesso il massimo impegno e assicurato il potenziamento del sistema di videosorveglianza. Qualche risultato positivo è già arrivato ma, per non compromettere l’effetto desiderato, Umberto Poscoliero non intende fornire ulteriori dettagli sull’intervento d’implementazione. «Non possiamo più sopportare il verificarsi di effrazioni e furtarelli ai danni delle abitazioni e delle proprietà comunali – afferma -. Per venire a capo della situazione e fornire adeguate risposte abbiamo avviato con le forze dell’ordine un’azione incisiva e potenziato la videosorveglianza nei punti strategici del paese». Nel mirino ci sono soprattutto ladri e vandali ma anche i cittadini provenienti dai comuni limitrofi che vengono a conferire i rifiuti nelle isole ecologiche nelle zone di confine. «Questo comportamento non può essere accettato ed è stato fatto un ulteriore passo per debellare il “turismo del rifiuto” – insiste Poscoliero -. Per non vanificare l’effetto sorpresa, non dico esattamente dove sono state installate le nuove telecamere che non resteranno sempre nello stesso posto ma posizionate un po’ qua e un po’ là e, dove non arriva la fibra, ricorreremo agli apparecchi mobili». Quindici le telecamere con rilevazioni ad alta definizione installate finora, per una spesa di circa 20 mila euro, ma a breve se ne aggiungeranno altre come previsto dal progetto di sviluppo predisposto da Pasubio Tecnologia, per un ulteriore importo di quasi 7 mila euro. Con il potenziamento del sistema di controllo in centro sono diminuiti, se non quasi del tutto scomparsi, gli episodi di microcriminalità ed i vandalismi. «I cittadini sono le prime sentinelle del territorio e per individuare i responsabili le Forze di polizia hanno bisogno di prove certe – conclude il sindaco -. Non possiamo però pensare che le telecamere risolvano tutto e per questo è indispensabile l’aiuto dei residenti; solo allora la nostra azione potrà essere ancor più efficace». • © RIPRODUZIONE RISERVATA