Striscione contro i profughi esposto sotto il campanile

Lo striscione esposto di fianco al duomo e sotto il campanile
Lo striscione esposto di fianco al duomo e sotto il campanile
M.SAR. 02.09.2018

Uno striscione di protesta contro il possibile arrivo a Malo di quattro profughi della Diciotti, è stato esposto l’altra notte sui muri del cinema Aurora, che proprio questo week end riapre i battenti dopo la chiusura estiva e che si trova di fianco al duomo. “Diciotti = 4 X 35 €”, è il testo finito sotto il campanile e che vorrebbe confutare il “teorema della solidarietà” , ieri mattina rivendicato dal Movimento Italia Sociale Vicenza. L’ipotesi dell’arrivo di quattro richiedenti asilo è stato espresso dal parroco don Giuseppe Tassoni, durante una messa feriale mattutina, dopo che la diocesi di Vicenza si era resa disponibile all’accoglienza. Una decisione in merito sarà presa solo la prossima settimana. La parrocchia, che ha ospitato cinque maliani che hanno ottenuto asilo, aveva dichiarato la disponibilità per quattro persone. È il portavoce della formazione di destra vicentina, Gian Luca Deghenghi, a spiegare le motivazioni del gesto: «Diocesi e parrocchie di tutta Italia si sono rese prontamente disponibili a ricevere una quota dei migranti sbarcati, dopo l’intervento decisivo della Chiesa, dalla nave Diciotti. Quattro rifugiati potrebbero non configurare un problema, ma spostando l’attenzione sulla situazione generale, sono un’altra goccia nel mare del disastro prodotto dai pesanti effetti della presenza di immigrati nel vicentino». Lo striscione è stato subito rimosso. • © RIPRODUZIONE RISERVATA