La sua fidanzata
è rom : il padre
lo caccia di casa

L’area dove la coppia con bimba e pit bull viveva in un autocarro. FOTO STUDIO STELLA
L’area dove la coppia con bimba e pit bull viveva in un autocarro. FOTO STUDIO STELLA
01.09.2018

SAN VITO DI LEGUZZANO. I genitori che non ne vogliono sapere della sua morosa nomade, vive con lei e la bimba di pochi mesi in un autocarro adibito ad alloggio di fortuna ma in un’area soggetta ad ordinanza comunale di divieto di campeggio. E quindi viene fatto sgomberare.La segnalazione viene fatta al sindaco di San Vito da alcuni residenti. In via Saletti, zona impianti sportivi, c’è un cane ringhioso, probabilmente un pit bull, che fa da guardia ad un autocarro e terrorizza chi transita. È zona di passaggio anche per pedoni e il primo cittadino fa intervenire la polizia locale. Che si trova di fronte ad una situazione di estremo disagio, con il cassone adibito a giaciglio per la coppia più la bimba di pochi mesi, mai registrata. L'uomo è disabile  e soggetto alla tutela di quello stesso genitore che, secondo il suo racconto, lo avrebbe cacciato di casa e che gode di una casa popolare in un altro Comune dell'Alto Vicentino  ottenuta grazie alla disabilità del figlio. Sono in corso indagini per valutare la posizione dei due uomini. Il sindaco sanvitese, che ha fatto rispettare il divieto di bivacco, si è detto basito per il comportamento del tutore.