Documenti falsi
per l'unione civile
Due denunciati

Il municipio di Schio. ARCHIVIO
Il municipio di Schio. ARCHIVIO
S.P.07.09.2018

SCHIO. L'ufficio dello Stato civile del comune di Schio ha segnalato alla polizia locale la richiesta di un'unione civile tra due uomini poiché era stata esibita una carta d'identità di dubbia autenticità.

 

Il 5 settembre i due si sono presentati all'ufficio demografico per ultimare le pratiche istruttorie dell'unione in parola e sono stati sottoposti a controllo da parte di agenti in borghese della polizia locale Alto Vicentino di Schio. Avendo riscontrato la dubbia provenienza della carta d'identità di uno dei fermati, i due sono stati  accompagnati al comando per accertamenti.

 

Da qui è emerso che il documento era contraffatto e l'intestatario, un cittadino straniero di nazionalità senegalese di 24 anni senza fissa dimora in Italia, è risultato anche irregolare poiché sullo stesso era pendente un provvedimento di allontanamento dall'Italia. Denunciato all'autorità giudiziaria è stato invitato a presentarsi il giorno seguente in questura a Vicenza ai fini dell'eventuale espulsione. Anche l'altro uomo, un cittadino italiano di anni 46 residente nel Biellese, è stato denunciato in concorso.