Vie e marciapiedi bucati Il Comune corre ai ripari

L’asfalto colabrodo in via dei Carpani sarà rimesso a nuovo.  ZORDANUna parte del marciapiede di via Peroni è dissestata.  FOTO ZORDAN
L’asfalto colabrodo in via dei Carpani sarà rimesso a nuovo. ZORDANUna parte del marciapiede di via Peroni è dissestata. FOTO ZORDAN
Giorgio Zordan 21.01.2019

Strade e marciapiedi sono l’incubo di tutte le amministrazioni comunali e non. Per quanto si faccia, resta sempre tanto altro ancora da fare. Vuoi per l’intenso traffico che rovina il manto d’asfalto, vuoi per il ghiaccio che si insinua nelle crepe, oppure per il sale gettato per eliminare insidiose lastre ghiacciate ma che poi inevitabilmente ha una conseguenza corrosiva. Oppure per il passare del tempo, che deteriora i camminamenti riservati ai pedoni. E per questo, c’è bisogno di continua manutenzione. E Montecchio non fa eccezione, di fronte ad asfalto colabrodo e marciapiedi dissestati. «Abbiamo 190 chilometri di strade comunali - sottolinea l’assessore alla viabilità e alla manutenzione strade Carlo Colalto - e per adempiere a tutti i lavori necessari bisognerebbe azzeccare un 6 al Superenalotto. Per sistemarle a rotazione annualmente questa amministrazione comunale impiega oltre il dieci per cento di quanto stanzia annualmente per le opere pubbliche». L’ultimo provvedimento varato in ordine di tempo dalla giunta comunale di Montecchio Maggiore riguarda una spesa di 400 mila euro per manutenzione straordinaria degli asfalti di strade, piazze e marciapiedi da utilizzare per 14 interventi che saranno appaltati nel corso dell’anno. «Sono interessate - spiega ancora l’assessore Colalto - sia strade di periferia e delle frazioni, sia strade del centro storico. Si tratta di un vasto intervento che è frutto dell’attenta analisi delle priorità fatta dai nostri uffici comunali». Nello specifico i lavori riguarderanno via dei Carpani e la laterale via Monti nel tratto di proprietà comunale, via Campestrini Vecchia, via Boschi Alti, via Monte Schiavi nel tratto dall’incrocio con via Boschi Alti verso il confine comunale su metà carreggiata, strada Cavallara a Valdimolino dove sono presenti cedimenti dei cigli, via Zuccon sempre a Valdimolino (marciapiedi), via Gelsi, via Pegoraro nel tratto da strada chiusa a via Trevisan ed il tratto via Chilesotti-piazza Fraccon. In tutti i casi è stato deciso che si procederà a risanamenti, fresatura e asfaltatura: in molti casi dove sono presenti cedimenti dovuti alla presenza di scavi per sottoservizi. Rientrano nel piano di recupero del centro storico, in cui è prevista una pavimentazione in betonelle o in alternativa in asfalto stampato e verniciato, i lavori che saranno effettuati sui marciapiedi in via Madonnetta (da corso Matteotti all’incrocio con via Circonvallazione sul lato sinistro per chi procede in direzione da corso Matteotti a via Circonvallazione), via Alton (su entrambi i lati, ad esclusione del tratto in porfido), via Peroni (su entrambi i lati), via Passau e via 4 Novembre su un lato (sull’altro esiste giù un marciapiede in betonelle). «Si tratta di un lungo elenco di strade - precisa il sindaco Milena Cecchetto - che necessitano di interventi per contrastare l’usura del manto di strade e marciapiedi. E avere strade e marciapiedi meno accidentati significa più sicurezza per chi le percorre». • © RIPRODUZIONE RISERVATA