Targa e un albero per ricordare la partigiana Maria

Un momento della cerimonia di scoprimento della targa. FADDA
Un momento della cerimonia di scoprimento della targa. FADDA
A.F. 29.05.2018

Nel cortile dell’Istituto Comprensivo di Sovizzo c’è ora una targa in onore della partigiana Maria Setti. Lo scoprimento si è tenuto nelle scorse settimane alla presenza delle classi terze della scuola media sovizzese, cui sono stati rivolti i discorsi celebrativi del sindaco di Sovizzo, Marilisa Munari, del presidente della sezione vicentina dell’Anpi Danilo Andriollo e del dirigente dell’istituto comprensivo, Carlo Dal Monte. La cerimonia, dopo il silenzio intonato dai membri del Gruppo Alpini, è proseguita con la lettura della targa e il simbolico interramento, da parte degli studenti, dell’albero di fronte al quale sarà posta la targa in ricordo di Maria Setti, la partigiana “Marta” dei Piccoli Maestri di Luigi Meneghello. «Questo monumento - dichiara - deve essere spunto di riflessione sulla storia di questa nostra straordinaria concittadina, che ha avuto l’ardore di opporsi alle avversità e di concedere il suo aiuto a quanti erano in difficoltà. Speriamo che questo luogo diventi un simbolo, ispirazione per le giovani generazioni». • © RIPRODUZIONE RISERVATA