Lampioni a led Entro agosto in sostituzione 650 punti luce

M.G. 26.07.2018

È iniziata da via Tevere e da via Po la prima tranche della sostituzione dei lampioni dell’illuminazione pubblica a Montebello. Entro fine agosto in paese saranno cambiati 650 punti luce con l’intero intervento che interesserà tutti i 1.450 corpi illuminanti a vapori di sodio del territorio comunale che cederanno il posto a quelli a basso consumo a led. Ad eseguire i lavori sarà il “Consorzio Stabile Energie Locali” nell’ambito della convenzione tra Consip e lo stesso Consorzio per l’affidamento dei servizi di illuminazione e connessi in favore delle pubbliche amministrazioni. La convenzione avrà una durata di 9 anni e al Comune costerà poco meno di 150 mila euro all’anno. «Rispetto alla somma delle attuali spese per il consumo di energia elettrica e per la manutenzione ordinaria degli impianti risparmieremo annualmente il 15 per cento», spiega l’assessore ai lavori pubblici, Sergio Maraschin. Ma i vantaggi non saranno soltanto di natura economica, ma anche dal punto di vista ambientale. Una volta che tutti i punti luce saranno a led, si attendono quasi 400 tonnellate di anidride carbonica in meno immessa nell’atmosfera. «Non daremo una mano solo alle casse comunali - sottolinea il sindaco, Dino Magnabosco - ma anche e soprattutto all’ambiente. I punti luce a led determineranno un minor inquinamento atmosferico da parte del nostro ente. Riteniamo quindi di aver fatto la scelta giusta, per noi e per le generazioni che verranno avanti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA