Montebello Vicentino Esuberi alla Nidec Accordo lontano Sciopero ad oltranzaMontebello Vicentino | Montebello Vicentino

Esuberi alla Nidec Accordo lontano Sciopero ad oltranza

Nuova protesta ieri. GUARDA
Nuova protesta ieri. GUARDA
Matteo Guarda 22.06.2018

È ripresa la mobilitazione dei dipendenti Nidec Asi dello stabilimento di Montebello che ieri mattina hanno nuovamente protestato contro lo stallo delle trattative avviate per scongiurare la procedura di licenziamento collettivo di una quarantina di lavoratori del reparto Quadri elettrici e delle funzioni connesse. L’ulteriore sciopero è stato proclamato in seguito all’esito infruttuoso dell’incontro di lunedì al tavolo regionale tra rappresentanti sindacali e dell’azienda che è leader mondiale nella produzione di sistemi di automazione. «L’azienda non ha fatto nessun passo avanti rispetto alle nostre richieste - spiega Giuseppe Perfetto di Fiom Cgil, con Carmine Battipaglia di Fim Cisl e Luca Rodeghiero di Uilm Uil nella delegazione sindacale -. Ci sono competenze e mansioni che possono restare all’interno dell’azienda, come i tecnici e i progettisti, che sono almeno una dozzina e di cui chiediamo la ricollocazione. Vogliamo l’accordo ma vogliamo che sia soddisfacente. Tuttavia, vista la rigidità finora dimostrata dall’azienda, le Rsu e i lavoratori hanno deciso di adottare nuove iniziative di protesta ad oltranza da qui al 26, quando è fissato il prossimo incontro in Regione, l’ultimo e decisivo». Analoghe iniziative di protesta in solidarietà ai colleghi vicentini sono in preparazione nelle sedi Nidec di Monfalcone, Genova e Milano. La consigliera regionale Cristina Guarda in una nota ha espresso vicinanza ai lavoratori. • © RIPRODUZIONE RISERVATA