Mille trasporti all’anno per il bus degli anziani

Un volontario aiuta un anziano a salire nel pulmino. ARCHIVIO
Un volontario aiuta un anziano a salire nel pulmino. ARCHIVIO
Antonella Fadda 19.12.2018

Più di mille trasporti all’anno con una media di 90 al mese, 15 volontari alla guida e 56 persone, non autosufficienti, accompagnate. Sono i numeri del servizio di trasporto di Sovizzo pensato per aiutare quanti si trovano in difficoltà. Spostamenti legati a necessità mediche o per studenti impossibilitati a muoversi con il solo ausilio dei mezzi pubblici e che vengono effettuati tutti i giorni grazie a 15 autisti-volontari che mettono a disposizione gratuitamente parte del loro tempo per poter permettere ai propri concittadini di muoversi in libertà. E il 2018 ha confermato numeri importanti per il servizio di trasporto sociale, ideato dall’assessorato alle politiche sociali del Comune, e attivo da diversi anni. Proprio per far fronte alla richiesta sempre più crescente che l’Amministrazione ha deciso di mettere a disposizione un nuovo mezzo. Il piccolo furgoncino è stato acquistato grazie al contributo della ditta Pmg Italia e a 22 aziende del territorio. L’altro pomeriggio il veicolo è stato ufficialmente consegnato, pronto a mettersi in strada per continuare nel prezioso servizio. Alla piccola cerimonia erano presenti, oltre al sindaco Marilisa Munari e all’assessore al sociale, Armano Bolzon, i rappresentanti delle ditte che hanno collaborato per l’acquisto. Presenti alla consegna anche gli 15 autisti: Claudio Andriolo, Giuseppe Della Cioppa, Giuseppe Di Tusa, Carlo Frestazzi, Carlo Griffante, Lino Ometto, Giuseppe Rovea, Luciano Carlotto, Natalino Nicolin, Paolo Collicelli, Giuseppe Cracco, Alessandro Belluomini, Luciano Savegnago, Gianfranco Biagini e Paolo Frigo. «Tutto ciò è possibile grazie ai nostri volontari che ogni giorno accompagnano gli studenti disabili a scuola e le altre persone che, per vari motivi, non possono muoversi autonomamente – ha detto il primo cittadino -. Basti solo pensare al disagio di una persona che ha problemi, impossibilitata a muoversi con mezzi propri e senza il sostegno di amici o congiunti, e che deve sostenere una visita medica, per capire quanto importante sia il lavoro che fanno. E un grande ringraziamento va a chi ha contribuito per l’acquisto del mezzo perché è un aiuto in più che danno a tutto il territorio». Bolzon ha a sua volta evidenziato che ogni giorno vengono fatti circa 7 viaggi, sottolineando la rilevanza del servizio: «Vengono portati e poi ripresi a scuola 5 ragazzi che frequentano le scuole superiori a Vicenza – ha osservato – e accompagnati altri residenti. Credo che un paese capace di mettere insieme sponsor e volontari sia una grande risorsa per Sovizzo perché permette a chi è meno fortunato di avere una vita il più normale possibile». Sindaco e assessore hanno poi consegnato un attestato di ringraziamento alle ditte 2Zeta, Ais, Cmsr Veneto Medica, Ghc, Sanimedica, Villa Berica, Essegi, Covi, Aircomp, Cdc Group, Farmacia De Antoni, Farmacia Tavernelle, Velo, Italsanitaria, Inglesina, Bombana & De Lorenzi, Marzia, Panificio Righetto, Zin Mauro, Zamberlan Edilizia, Gt Trevisan e Tre-S. • © RIPRODUZIONE RISERVATA