Via libera al bilancio «Azzeriamo il debito»

Il Consiglio comunale di Brendola ha approvato il bilancio. ARCHIVIO
Il Consiglio comunale di Brendola ha approvato il bilancio. ARCHIVIO (BATCH)
Isabella Bertozzo 06.03.2018

Approvato in consiglio comunale il bilancio di previsione con l’astensione delle minoranze. È stato discusso una decina di giorni dopo la seduta in cui sono state accolte, all’unanimità, le nuove aliquote per Imu, Tasi, Tari e Irpef, che porteranno un introito previsto di 2.815.674 euro, circa 50 mila in meno rispetto al 2017 (nel 2017 sono state 2.865.457 euro). È stato approvato anche il piano delle alienazioni dei beni immobili comunali e il programma triennale delle opere pubbliche. Matteo Fabris, assessore ai lavori pubblici ha presentato il piano triennale cedendo poi spazio a Giuseppe Rodighiero, che ha illustrato l’andamento economico previsto per il del Comune. Per il 2018 le entrate complessive saranno pari a 3.752.000 euro, 74 mila euro in meno rispetto al 2017; ma nel periodo 2012-2017, ha aggiunto l’assessore, la diminuzione dei trasferimenti erariali ha portato a una perdita di 848 mila euro: «Per reagire è necessario ridurre le uscite: usiamo l’avanzo degli anni precedenti per estinguere i mutui e andare a debito zero con la cassa depositi e prestiti». «Noi vogliamo mantenere l’esistente - ha proseguito Rodighiero - quindi niente spese faraoniche. Abbiamo già ridotto la pressione strutturale di spesa, ora vogliamo mantenerla». E ancora: «Dobbiamo tutelare chi viene dopo di noi». La parola è quindi passata agli assessori Silvia De Peron per il sociale e Alessandra Stenco per la sicurezza per interventi sui settori di loro competenza. «Ci asteniamo per rispetto di quanto fatto dagli uffici. Il bilancio ci sembra in linea con i precedenti, per quanto abbiamo potuto appurare vista la ristrettezza dei tempi - ha dichiarato Renato Ceron di Orizzonte Brendola -. Ci riserviamo di approfondire e di monitorare per valutare se quanto viene promesso sarà mantenuto». «La nostra astensione non è un’azione negativa - ha esordito Gaetano Rizzotto di Brendola civica 2.0 - vediamo di buon occhio alcuni vostri atteggiamenti. Saremo qui per spronarvi. Buon lavoro: noi ci siamo sempre per controllarvi e criticarvi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA